Sabato, 16 Ottobre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Girardi: «Dal 15 ottobre tampone per green pass solo su prenotazione». A Verona circa 110 mila non vaccinati in età lavorativa

Si stima che siano circa 50 mila le persone che effettivamente lavorano e non sono vaccinate, dunque necessiteranno del tampone per il green pass. Ad oggi l'Ulss 9 può garantire 11.500 tamponi al giorno, ma punta ad arrivare a farne 25 mila al giorno: «Il mio consiglio è di distribuirvi», ha detto il dg Pietro Girardi

«Domani è un momento sicuramente importante, in cui lo Stato ha deciso che l'ambiente di lavoro deve essere protetto dall'uso del green pass. Non entro nel merito del dibattito se sia giusto o sbagliato, ma mi preoccupo delle attività organizzative collegate». Così il direttore generale dell'Ulss 9 Scaligera Pietro Girardi ha inaugurato la conferenza stampa odierna, giovedì 14 ottobre, alla vigilia dell'entrata in vigore dell'obbligo del green pass nei luoghi di lavoro. 

«La campagna vaccinale sta andando avanti, - ha spiegato il dg Pietro Girardi - abbiamo circa 700/1.000 prime dosi al giorno. Dai 20 ai 70 anni, cioè la fascia lavorativa, abbiamo avuto circa 4 mila vaccinazioni negli ultimi 4 giorni. In questa fascia di età ci sono oggi circa 110 mila persone che nella provincia di Verona non sono ancora vaccinate». Di questi 110 mila soggetti non vaccinati contro Covid-19 tra i 20 e i 70 anni di età, il dg Ulss 9 Pietro Girardi ha detto che stima siano «circa 50 mila le persone che effettivamente lavorano e dovranno quindi ottenere il tampone ai fini del green pass».

Di qui, dunque, la domanda ad oggi essenziale: «Quanti tamponi siamo in grado di fare? Oggi possiamo fare circa 11.500 tamponi al giorno, - ha aggiunto il dg dell'Ulss 9 Pietro Girardi - una capacità che è raddoppiata negli ultimi mesi. Tenete anche presente che il tampone per ottenere il green pass non è un nostro dovere istituzionale, dal punto di vista sanitario il nostro dovere è curare le persone. Da domani mattina pertanto anche noi dell'Ulss 9 avremo l'accesso per il tampone ai fini del green pass solo su appuntamento e prenotazione. Al contrario resterà ad accesso libero e gratuito il tampone per finalità diagnostiche e sanitarie, cioè quello su prescrizione medica». Per prenotare il tampone ai fini dell'ottenimento della certificazione verde è sufficiente collegarsi al sito web dell'Ulss 9 Scaligera e seguire le indicazioni fornite.

Il direttore generale dell'Ulss 9 Scaligera ha quindi spiegato: «Da domani parte l'obbligo del green pass e mi aspetto che già oggi tutti quanti si rechino in farmacia o nei nostri punti tampone. Il mio consiglio è di distribuirvi, perché oggi se sono 110 mila i non vaccinati, poniamo anche che le richieste di tampone per il green pass siano 50 mila, noi oggi non siamo in grado di eseguire 50 mila tamponi al giorno. Ne possiamo fare oggi oltre 11 mila e puntiamo di arrivare a farne 25 mila al giorno». Lo stesso dg Pietro Girardi ha poi chiarito: «Un'altra idea che abbiamo in programma è quella di organizzare dei punti tampone nei centri di vaccinazione. Anche nelle stesse aziende e siti produttivi abbiamo comunque intenzione di allestire nuovi punti tampone».

In merito all'andamento dell'epidemia nella nostra provincia, il dg Pietro Girardi ha detto: «Al momento la situazione sanitaria negli ospedali è assolutamente sotto controllo, le strutture stanno reggendo bene. L'unico aspetto è che stiamo iniziando a vedere nella popolazione scolastica un lieve incremento dei casi, è una fascia di età che non desta particolare preoccupazione in se stessa perché sono soggetti che poi non sviluppano la malattia in forma grave, tuttavia vi è però il tema dei familiari che sono al contrario più a rischio».

In conclusione il dg dell'Ulss 9 Scaligera ha rivolto un appello ai cittadini, alla luce anche dei recenti episodi di violenza cui si è assistito nella giornata di sabato scorso: «In merito alla conflittualità sociale, mi sento di fare un appello: abbassiamo i toni, tutti quanti perché siamo tutti "fratelli". - ha detto con enfasi il dg Pietro Girardi - Chi è oggi ancora non vaccinato ha scelto così a suo "rischio e pericolo", ma evitiamo di creare una contrapposizione sociale tra chi si è vaccinato e chi invece ha scelto di non farlo».

Sullo stesso argomento

Video popolari

Girardi: «Dal 15 ottobre tampone per green pass solo su prenotazione». A Verona circa 110 mila non vaccinati in età lavorativa

VeronaSera è in caricamento