rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Cronaca

Ulss 20, stipendi bloccati dal consiglio regionale

Situazione di stallo per i medici. "I soldi ci sono. Manca solo l'approvazione"

I medici delle Ulss veronesi potrebbero tirare un sospiro di sollievo già a partire da domani. Il mancato pagamento degli stipendi alle aziende ospedaliere ha già fatto molto discutere su una possibile crisi della sanità veneta, fin dagli ultimi giorni di gennaio. Proprio in queste ore la situazione sembra sbloccarsi nelle camere consiliari della Regione.

“Per l’erogazione del denaro” precisa una nota dell’Ulss 20 “E’ necessaria l’approvazione del documento contabile, che in questo caso è il bilancio vero e proprio. Il Consiglio veneto ne sta discutendo proprio in queste ore, ed entro la settimana si potrà procedere con il pagamento sugli eventuali creditori, siano essi i medici, i funzionari e anche le farmacie che richiedono l’adeguamento delle spese per le forniture medicinali”.


Situazione delle Ulss, quindi, in via di “guarigione”, ma vincolata all’approvazione del provvedimento. Già l’assessore regionale al bilancio Maria Luisa Coppola, negli scorsi giorni, aveva dichiarato la sua “disponibilità di mandato, attraverso il tesoriere, di procedere verso un decreto di spesa che garantisse maggior velocità nella pratica burocratica, previo il raggiungimento di un’intesa bipartisan delle forze politiche”. I tempi burocratici sembrano mettere in stallo l’operazione di pagamento poiché la presenza dei soldi da erogare sembra essere fuori discussione, come precisa la direzione amministrativa dell’Ulss 20: “La tesoreria è in mano all’istituto Unicredit, e le pratiche sono già pronte: subito dopo l’emanazione del provvedimento partirà l’erogazione ai vari creditori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ulss 20, stipendi bloccati dal consiglio regionale

VeronaSera è in caricamento