menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto web)

(foto web)

Ufo, un altro avvistamento a Cologna il 25 maggio scorso

"Cinque dischi luminosi che procedevano in fila indiana sopra le nostre teste" dichiara un pensionato di 69 anni che ha assistito con altri automobilisti allo spettacolo luminoso nei cieli veronesi

Il dubbio che possano esserci esperimenti con qualche pallone sonda è sempre in agguato. Certo che gli avvistamenti Ufo, ultimamente, sembrano essere sempre più frequenti. E sembrano avere l'orologio: oggetti non meglio precisati nei cieli, al confine tra la provincia di Verona e quella di Vicenza, apparirebbero sempre alle 21e20 e alle 21e40. Ad avvistare le luci in cielo (cinque, per la precisione) è stato stavolta un pensionato 69enne, Giuseppe Vedovato, a Cologna. Stava tornando a casa, verso Lonigo alle 21e30, lo scorso 25 maggio, quando è stato sorpreso da "strane luci" in cielo. Secondo il 69enne si muovevano da sinistra verso destra. Appena trovata una piazzola di sosta, lungo la strada si è fermato. Come lui anche altri due o tre automobilisti. E ciò che hanno visto giurano sia stato "sorprendente": cinque cerchi di luce, prima in fila indiana, poi disposti a quadrato e alla fine in ordine sparso. L'avvistamento, come segnala l'Arena, è durato dieci minuti. E secondo lo stesso Vedovato, tra gli spettatori c'erano pochi dubbi: "Quelli erano Ufo".

A VERONA - L'episodio, in realtà, non è nemmeno l'ultimo in ordine temporale: negli scorsi giorni un oggetto non identificato è stato segnalato da una coppia di via Monti Ortigara. Erano circa le 22e20 quando la coppia ha notato due strani oggetti volanti, che ha poi seguito con lo sguardo aiutandosi anche con un binocolo. Michela Marani racconta la vicenda ad un giornale locale: "Il primo consisteva in una grossa palla luminosa circondata da altre quattro più piccole di color arancione". Il misterioso oggetto si sarebbe poi mosso in direzione Chievo: "L´altro l´abbiamo visto volare, sempre a velocità costante, in un´altra direzione, verso il lago. Ad un certo punto si è spento e l´abbiamo visto scendere a terra lanciando lunghe scie nere".

TUTTI GLI ULTIMI CASI DI AVVISTAMENTO UFO

SUL MONTE BALDO – Il precedente più recente risale al 25 marzo scorso alle 12.57 durante un temporale scatenato a Ferrara di Monte Baldo. A riferirlo è il Centro ufologico mediterraneo (Cufom), che spiega come le indagini siano basate sull'immagine spedita all'associazione da un escursionista per le verifiche. Il testimone sarebbe un turista di 30 anni, Luca, che si trovava 300 metri a nord del Rifugio Chierego e ha assistito all’evento - durato 3 minuti - ed è riuscito a immortalare lo strano fenomeno con uno scatto analizzato poi dagli esperti del Cufom. Si tratta di un grande oggetto a forma di sigaro con una particolare e insolita luminosità.

A PESCANTINA -  L'8 settembre 2012, intorno alle ore 21, un altro oggetto volante non identificato è stato visto dalle parti di Pescantina. Un testimone avrebbe filmato il tutto con la sua fotocamera ad alta definizione. Il velivolo veniva da nordovest in direzione nordest, dove poi scompare ad una velocità tale che fil testimone faceva fatica con la mano a seguirlo.

A ZEVIO – Il 28 ottobre 2009, durante la sagra di Santa Maria di Zevio, per ben due sere gli abitanti del paese hanno avvistato nella stessa zona alcuni oggetti luminosi non identificati solcare i cieli notturni. Le ipotesi potrebbero essere che si trattasse di un pallone aerostatico, un aereo (molto improbabile per la forma tondeggiante e luci multicolore) oppure un oggetto non identificato. Alcuni testimoni sono riusciti a riprendere il presunto ufo con la videocamera di un cellulare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento