Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca San Michele

Uccise l'amante nel 2018 e a causa del Covid era poi finito ai domiciliari: il 75enne ora torna in carcere

Nel pomeriggio di giovedì i carabinieri della stazione di San Michele Extra hanno eseguito il provvedimento disposto dalla Corte d'Assise di Appello e riportato l'uomo nella casa circondariale, dove sconterà la sua pena

Nel giugno 2018 uccise l'amante dopo una lite, inscenando il suo suicidio per cercare di farla franca. Venne però scoperto nel giro di pochi giorni dagli uomini della Squadra Mobile della Questura di Verona ed infine condannato per l'assassinio della 77enne Fernanda Paoletti
Pietro Di Salvo, oggi 75enne, un anno fa venne scarcerato nell'ambito delle misure volte a contenere la diffusione della pandemia all'interno delle strutture carcerarie, per essere trasferito agli arresti domiciliari. 
Venute meno le condizioni per proseguire quel tipo di detenzione, la Corte d'Assise di Appello ha disposto che che l'espiazione della pena continui in carcere, così nel pomeriggio di giovedì, i carabinieri della stazione di San Michele Extra hanno eseguito il provvedimento e ricondotto l'uomo nella casa circondariale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise l'amante nel 2018 e a causa del Covid era poi finito ai domiciliari: il 75enne ora torna in carcere

VeronaSera è in caricamento