Ubriaco, aggredisce prima i sanitari del 118 e poi anche i carabinieri

L'uomo era stato soccorso in Via Pozza, a Villafranca, perché privo di sensi, ma quando si è risvegliato si è scagliato contro gli operatori sanitari ed anche contro i militari ed è stato arrestato

Carabinieri di Villafranca

Ieri, 5 luglio, i carabinieri della radiomobile di Villafranca hanno arrestato un cittadino ucraino, residente a Verona e nato nell'81, poiché responsabile di minaccia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

I fatti, riportati dai militari, si sarebbero svolti intorno alle 2 dell'altra notte, quando all'Arma è giunta una richiesta d'aiuto da parte di alcuni sanitari del 118. I soccorritori erano intervenuti in Via Pozza, a Villafranca, dove un uomo aveva perso i sensi. Risvegliatosi ma in evidente stato di ubriachezza, il cittadino si era scagliato contro gli operatori sanitari.
Arrivati sul posto con due pattuglie, i carabinieri hanno cercato di calmare il cittadino ucraino, ma l'uomo si è scagliato anche contro di loro, colpendoli con calci e pugni. Due militari sono rimasti lievemente feriti e per questo sono dovuti ricorrere alle cure mediche nel Magalini.

L'ubriaco è stato infine bloccato e dichiarato in arresto. Trattenuto in cella, l'uomo è stato portato in tribunale questa mattina per il rito direttissimo. L'arresto è stato convalidato e il giudice ha disposto per il cittadino ucraino l'obbligo di firma giornaliera in attesa del processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

Torna su
VeronaSera è in caricamento