Tutto esaurito il primo corso veronese sulla gestione dell'accoglienza profughi

Partnership tra la rappresentanza delle cooperative sociali e del volontariato per dare risposte concrete ed efficaci al fenomeno migratorio e per disincentivare la speculazione

La Prefettura ha chiamato, il terzo settore ha risposto. Il Prefetto aveva chiesto a sindaci e cooperative del territorio veronese maggiore collaborazione per l'accoglienza dei profughi. Prime risposte sono arrivate dalla Parrocchia di Lazise e da San Giovanni Lupatoto, mentre Lega Nord e altri cavalcano l'onda anti-immigrazione. Ma ieri, 12 marzo è arrivato un altro messaggio chiaro e forte in favore dell'accoglienza. Tutto esaurito il percorso formativo indirizzato specialmente agli operatori del terzo settore per fornire un pacchetto di conoscenze e competenze per svolgere al meglio il ruolo dell’assistenza ai migranti.

Il progetto è inserito all’interno di un complesso di azioni strategicamente orientate a migliorare la qualità dell’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale, quali anche la predisposizione di un protocollo d’intesa con la Prefettura di Verona, finalizzato a definire un coordinamento efficace ed efficiente rispetto alla gestione concreta dell’accoglienza dei profughi e volto ulteriormente a definire degli standard minimi di accoglienza al fine di disincentivare i già numerosi tentativi di speculazione sul drammatico fenomeno migratorio ed a migliorare la progettualità che il terzo settore può mettere in campo in questo delicato ambito.

Il corso nasce proprio dalla volontà di poter fornire a tutti gli interessati, operatori o volontari degli strumenti idonei per approcciare le tematiche e le numerose problematiche giuridiche, culturali e psicologiche legate al fenomeno della migrazione, grazie all'esperienza di Federsolidarietà, Lega Coop e CSV che hanno ben chiaro quanto possa essere delicato il momento dell’accoglienza date le situazioni personali dei richiedenti asilo. Il percorso formativo si svolge nel mese di marzo nella sede del CSV di Verona ed è composto di tre moduli che condividono la prospettiva di fornire la più ampia panoramica possibile dei contesti utili per la gestione concreta dell’accoglienza dei profughi. Partecipano come formatori l’associazione degli Avvocati di Strada di Verona e altri professionisti del settore e alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.

La Presidente di Federsolidarietà Verona Erica Dal Degan ha ribadito che l’approccio al problema della migrazione deve essere affrontato con strumenti di sistema, in concerto con tutti gli enti interessati, cooperative sociali, associazioni di volontariato, Prefettura, fondazioni ed enti pubblici al fine di proporre soluzioni di lungimiranza e ben calibrate rispetto agli obiettivi dell’accoglienza. La Presidente Dal Degan ha concluso affermando: "Dato il grande successo in termini di adesioni, il corso sarà sicuramente riproposto".

Chiara Tommasini, Presidente del CSV Verona, ha commentato: "Abbiamo avuto una grande risposta sia da parte del volontariato veronese che da associazioni che non si occupano principalmente di accoglienza, ma che, sensibili alle tematiche, desiderano capirne di più e magari in futuro, coinvolgere i migranti stessi all’interno delle attività di volontariato che erogano sul territorio. Il terzo settore deve imparare ad essere e a ragionare come un sistema, e lo può fare partendo da una formazione congiunta e ben calibrata".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Loris Cervato, Responsabile delle cooperative sociali di Lega Coop Veneto, ha dichiarato che: "A fronte dell’emergenza di questi mesi rappresentata dal grande flusso di migranti nel territorio, le risposte unitarie e concertate costituiscono la chiara volontà delle nostre organizzazioni di contribuire ad affrontare le urgenti necessità di persone già gravemente colpite e sofferenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Usa foto di un 15enne morto per adescare 13enne. Scoperto da Le Iene

  • Neonato abbandonato a notte fonda sul ciglio della strada a Verona

  • Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

  • Rintracciati dai carabinieri di Verona i genitori del bambino abbandonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento