rotate-mobile
Cronaca Piazza delle Erbe

Tumore al pancreas: un flash mob in piazza Erbe a favore della prevenzione

Il prof Giampaolo Tortora: “Il 40% dei decessi è evitabile intervenendo sugli stili di vita. Con l’iniziativa vogliamo sensibilizzare tutta la popolazione su una malattia particolarmente insidiosa”

Verona ospiterà il primo flash mob nazionale per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tumore del pancreas.
L’iniziativa, dal titolo "La vita è meravigliosa, Prevenire allunga la vita", avrà come palcoscenico la centrale Piazza delle Erbe. Alle 18, 19 e 20:15 si terranno dei brevi spettacoli con ballerini professionisti, musiche e coreografie. Il tutto sarà accompagnato da un telo-aquilone (che simboleggia la speranza e la voglia di lottare) e da moltissime bolle di sapone. Verranno inoltre distribuiti opuscoli e altro materiale informativo sulla patologia. Chi vuole partecipare al flash mob deve presentarsi in Piazza delle Erbe 15 minuti prima dell’esibizione e ritirare le bolle da “sparare” in cielo durante la performance.
Il 40% dei decessi provocati dal cancro è evitabile - afferma il prof. Giampaolo Tortora Direttore dell’Oncologia Universitaria e dell’Azienda Ospedaliera di Verona -. Le regole da seguire sono sempre le stesse: non fumare, condurre una dieta sana, praticare sempre un po’ di attività fisica e limitare il consumo di alcol. Però il 49% degli italiani è convinto che una condotta equilibrata serva a poco contro la malattia. Gli stili di vita sani invece assumono una particolare importanza nel tumore del pancreas. Si tratta infatti di una neoplasia molto insidiosa e che presenta prognosi particolarmente sfavorevoli. Per questo abbiamo deciso di promuovere un’iniziativa di sensibilizzazione rivolta a tutta la popolazione. La scelta di Verona non è casuale. La città ospita un centro interdisciplinare di riferimento per il trattamento delle malattie del pancreas. Con il flash mob di domani diventerà a tutti gli effetti la ‘Capitale’ nella lotta contro il carcinoma pancreatico”.

L’iniziativa è promossa e patrocinata da un gruppo di associazioni di medici e pazienti tra cui l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), la Società Italiana di Anatomia Patologica e Citologia diagnostica (SIAPEC), la Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (FAVO) e Salute Donna Onlus.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tumore al pancreas: un flash mob in piazza Erbe a favore della prevenzione

VeronaSera è in caricamento