rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Truffe, rapine e sequestro di persone ai danni di anziane: 20enne accusato di 6 episodi

I carabinieri gli hanno notificato il provvedimento cautelare emesso dal gip quando il 20enne si trovava già nel carcere di Montorio: a gennaio infatti era stato arrestato per un episodio analogo ai danni di una 95enne

È accusato di aver commesso, ai danni di anziani, truffe, rapine e anche un sequestro di persona. 
Sono stati i carabinieri del Norm di Verona, nella giornata di mercoledì 17 aprile, a notificare al 20enne di origini campane, l'ordinanza di custodia cautelare del gip del tribunale scaligero, su richiesta della procura locale, in quanto gravemente indiziato di essere il responsabile di 6 distinti episodi: 3 di questi avvenuti a Verona il 29 novembre 2023, 2 a Firenze il 5 gennaio 2024 ed uno a Fiesole il 17 gennaio. 
Al giovane è stato notificato il provvedimento cautelare nel carcere di Montorio, dove era già rinchiuso per fatti analoghi. 

L'arresto

Il 20enne infatti era finito in manette il 25 gennaio per mano dei carabinieri della sezione operativa, per una rapina ai danni di un'anziana di 95 anni. Il giovane avrebbe utilizzato la cosiddetta "truffa dell'incidente", si sarebe dunque finto militare dell'Arma e avrebbe chiamato la donna dicendole che sua figlia si era resa responsabile di un sinistro stradale, nel quale aveva perso la vita una persona. Con l'inganno, successivamente si sarebbe introdotto nell'abitazione della 95enne, impossessandosi dapprima di due orologi in oro e due anelli sempre in oro, dopodiché le avrebbe sfilato con la forza gli anelli che l'anziana aveva alle dita, provocandole un forte stato di agitazione per la paura. Pur di guadagnare la fuga, avrebbe strattonato un'altra donna che nel frattempo si era recata a far visita alla vittima.
L'intervento risolutivo dei carabinieri ha permesso poi di arrestare il giovane e di restituire il maltolto alla 95enne, che è stata tranquillizzata dalle stesse forze dell'ordine. 

Le indagini

Le indagini hanno preso il via nel novembre 2023 sotto le direttive della Procura di Verona e avrebbero permesso di acquisire gravi indizi di colpevolezza sul conto del 20enne, in merito a 6 episodi relativi a truffe, rapina e un sequestro di persona, consumati con le medesime modalità, sempre ai danni di signore anziane. 
Scendendo nel particolare, l'accusa di sequestro di persona viene contestata in merito ad una rapina consumata nel novembre 2023 a Verona, quando il giovane, dopo essere riuscito ad accedere all'abitazione della vittima, avrebbe prima chiuso a chiave la porta d’ingresso, impedendole così di uscire e chiedere aiuto, poi si sarebbe appropriato dei gioielli ed infine, per garantirsi la fuga, avrebbe strattonato l'anziana che tentava di fermarlo.

I carabinieri spiegano che la dinamica di questi eventi è particolarmente insidiosa e viene congegnata dagli autori partendo proprio dalla fragilità degli anziani, ai quali inizialmente creano un forte stato di apprensione e confusione, tali da indurli ad accettare le pretese economiche che gli vengono avanzate da malfattori. Solitamente, l'azione criminale viene attuata da almeno due persone, una delle quali individua le vittime telefonicamente, sia per carpire tutte le informazioni necessarie per compiere il delitto, sia per impedire alla vittima ogni possibile via di comunicazione con parenti o forze dell’ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe, rapine e sequestro di persone ai danni di anziane: 20enne accusato di 6 episodi

VeronaSera è in caricamento