rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Truffe agli anziani. In manette tre nomadi

Si offrivano di pulire il giardino delle vittime. Un portalettere avvisa il 113

Una banda specializzata in truffe agli anziani è stata fermata dalla polizia di Verona colta in flagranza mentre stava compiendo l’ennesimo reato nei confronti di un’anziana veronese di 85 anni.

Si tratta di tre nomadi, due donne e un uomo, già noti alle forze dell’ordine per i numerosi precedenti, Catter Bruna, 27 anni, Fiorani Milva, 48enne, e Bueti Tomas, di 32, residenti nei comuni di Legnago e Cerea. Gli agenti delle volanti sono intervenuti in Via del Pestrino in tempo per fermare la truffa. I tre si sono presentati presso l’abitazione dell’anziana qualificandosi come volontari per la pulizia del giardino per derubarla.


La denuncia agli agenti del 113 è arrivata grazie alla segnalazione di un portalettere che aveva notato la presenza sospetta dei tre nomadi nei pressi di un’abitazione delle vicinato. A seguito del fermo delle tre persone, la Fiorani è risultata essere sottoposta agli arresti domiciliari presso la propria dimora di Cerea. Alla vista dei poliziotti, la donna ha cercato di occultare alcuni gioielli d’oro appena trafugati dai cassetti dell’anziana ottantacinquenne. L’accusa è di furto aggravato e per due di loro si è proceduto all’immediato trasferimento al carcere di Montorio Veronese. Al vaglio delle forze dell’ordine altri casi analoghi di truffa, con lo stesso “modus operandi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe agli anziani. In manette tre nomadi

VeronaSera è in caricamento