Cronaca Valeggio sul Mincio / Via Vittorio Bachelet

Provano a truffare i fedeli con una mail con il cellulare del prete tornato dall'Africa

Al rientro dal suo viaggio dal continente nero, don Alberto ha subito il furto del proprio telefono, utilizzato poi dai malviventi per mandare messaggi alla rubrica fingendosi il religioso in difficoltà in Burkina Faso

"Macché in Africa. Sono qui e fin da mercoledì scorso", è lo stesso don Alberto Ridolfi, sulle pagine de L'Arena, a fare luce sulla vicenda che lo vede sfortunato protagonista. 
Come racconta il quotidiano scaligero, il parroco di Salionze ha subito il furto del proprio cellulare nei giorni scorsi e i malviventi, introducendosi nella sua posta elettronica, hanno spedito una mail avente come oggetto "Urgente" a tutti coloro che erano presenti in rubrica: il testo del messaggio, scritto con un italiano incerto, chiedeva un aiuto finanziario per un problema riscontrato dal religioso durante il viaggio in Burkina Faso, il tutto accompagnato dalla firma "don Alberto", la promessa di restituzione del denaro non appena rientrato e naturalmente il conto correnrte su cui versare il contributo
Una truffa bella e buona alla quale il prete ora sta cercando di porre rimedio: "Ho denunciato il furto del mio cellulare, che non era bloccato dal numero pin, ai carabinieri e ho provveduto subito anche a cambiare la password, ma non è stato sufficiente perché è partita questa email fasulla - ha dichiarato su L'Arena -. Il risultato è che oggi mi sono arrivate una marea di telefonate di persone che volevano accertarsi che non avessi realmente bisogno di aiuto e non vorrei che qualcuno invece di chiamarmi abbia direttamente tentato di aiutarmi e adesso si trovasse ad avere problemi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provano a truffare i fedeli con una mail con il cellulare del prete tornato dall'Africa

VeronaSera è in caricamento