Finta concessionaria nel Veronese per truffare i clienti, denunciato 21enne

Il giovane è stato scoperto dagli agenti della polizia di Cisterna di Latina, a cui si era rivolto uno dei raggirati

Auto in vendita (Foto di repertorio)

Un ragazzo di 21 anni, le cui iniziali del nome sono L.A., è stato denunciato per truffa alla Procura della Repubblica di Verona. Il giovane avrebbe allestito per pochi mesi una finta concessionaria di auto, facendola poi sparire nel giro di una notte. L'intento era quello di attirare il maggior numero di clienti, offrendo auto a prezzi bassissimi. Le vittime pagavano serenamente, rassicurate dalla concessionaria apparentemente in regola, ma il truffatore spariva poi nel nulla, una volta intascati i soldi.

L.A. è stato scoperto dalla polizia del commissariato di Cisterna di Latina, a cui si è rivolto una delle vittime, un cittadino di Aprilia. Come riportato da LatinaToday, il raggirato era stato attirato dall'offerta per una Golf Gti praticamente nuova. L'uomo era anche salito fino alla provincia di Verona, per completare la transizione di vendita all'interno della concessionaria. Per acquistare la Golf, la vittima ha pagato 20mila euro, a cui ha aggiunto la sua vecchia auto in permuta. Tornato a casa, il cittadino apriliano attendeva solo la chiamata per accordarsi sul prelievo della sua nuova vettura, ma a quel punto il 21enne ha preso tempo, dicendo che sarebbe sceso lui con la Golf fino ad Aprilia per con concludere l'affare. Ma l'affare in realtà era una truffa. La Golf non è mai stata consegnata e il 21enne è scomparso, insieme alla sua finta concessionaria. Ma tramite una serie di accertamenti, gli agenti sono riusciti a rintracciarlo e a denunciarlo alla Procura veronese, competente per territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il cittadino di Aprilia è soltato una delle vittime di L.A., la cui truffa ha coperto l'intero territorio nazionale. E contro il 21enne si è fatta avanti un'associazione di tutela dei diritti dei consumatori, la quale ha riunito molti dei raggirati in un'unica azione legale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Coronavirus, nuovi casi positivi a Verona ma rallentano ricoveri e decessi

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento