menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due truffe a Borgo Roma: finti tecnici Agsm ingannano gli anziani

Una coppia di truffatori ieri ha preso di mira alcune anziane signore nella tranquillità delle loro case. Mentre la prima è riuscita a mandarli via, nel secondo episodio i ladri hanno rubato 900 euro

Due truffe a danno di tre anziane signore sono state messe a segno ieri mattina in città, di cui una nel quartiere di Borgo Venezia, rimasta fortunatamente solo tentata e l’altra, invece, in zona Borgo Roma, consumata con un bottino di circa 900 euro.

FUORI DALLA PORTA - Nel primo caso la malcapitata vittima è stata agganciata da uno dei due truffatori sulle scale del condominio e lo stesso, qualificandosi come un tecnico dell’AGSM, ha affermato di dover entrare nell’abitazione per verificare una perdita di gas. Una volta entrato e inscenata la sua verifica nel vano cucina, toccando manopole, schiacciando interruttori, premendo sui tubi di collegamento, l’uomo si è poi avviato verso l’uscita e proprio qui, sulla porta, è comparso un altro uomo che, qualificandosi come poliziotto, ha restituito nelle mani dell’anziana un portagioie ed alcune fotografie del di lei defunto coniuge, adducendo di aver recuperato il tutto da un ladro. La donna, seppur inizialmente confusa, ha intuito l’anomala circostanza ed ha spedito ambedue gli uomini, il finto tecnico dell’AGSM e il finto poliziotto, fuori della porta, chiamando subito il 113. Nulla, a dire della vittima, sarebbe stato trafugato dall’abitazione.

RICCO BOTTINO - Anche nel secondo episodio i due truffatori hanno finto di esser tecnici dell’AGSM e di dover effettuare una lettura del contatore del gas. Quindi, contando sulla buona fede delle due anziane residenti nell'appartamento preso di mira, si sono introdotti nella loro abitazione e, mentre uno dei due le intratteneva col pretesto della lettura del gas, l’altro racimolava il loro denaro scovandolo nelle varie camere della casa. Solo qualche ora più tardi le due anziane si sono accorte della truffa che è loro costata circa 900 euro di risparmi; così hanno chiamato il 113 che ha inviato sul posto i poliziotti del commissariato di Borgo Roma i quali hanno raccolto la denuncia a domicilio. E’ verosimile che in ambedue i casi possa trattarsi delle medesime persone, tuttavia i poliziotti della squadra mobile di Verona hanno fin da subito intrapreso indagini per risalire all’identità dei truffatori.

NON FIDARSI E' MEGLIO - Il modus operandi di queste truffe, fatte approfittando della debolezza di persone sole e con reddito medio-basso, anche se arcinoto e più volte portato all’attenzione attraverso le varie campagne di sensibilizzazione, riesce, nonostante tutto, ad ottenere per i vili truffatori l’effetto sperato. Anziani spesso soli, ingenui e fiduciosi, è questo il target dei truffatori i quali, infatti, con banali pretesti riescono a convincerli, ad entrare nelle loro case e poi fare razzia di denaro e gioielli. Ed è proprio per questo che il questore Rosato ha rilanciato la campagna di prevenzione contro la fenomenologia delle truffe agli anziani, da una parte rinnovando i consigli della polizia di Stato su come scongiurare il loro verificarsi, dall’altra attivando sul territorio una capillare rete d’informazione e sensibilizzazione con il coinvolgimento di altri comuni interlocutori degli anziani.

?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento