rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Truffa ad anziani: in manette due donne

Avevano costruito un'amicizia chiedendo poi soldi per finti problemi di salute

Due donne hanno costruito negli anni un’amicizia con una coppia d’anziani finalizzata a scucirgli un sacco di soldi. Per questo sono finite in manette Mikaela Brighi, 25 anni di Verona, e Barbara Riccelli, 37, di Desenzano del Garda, che avevano conosciuto nel 2007 gli anziani agricoltori titolari di un’azienda a Sona. Le due donne non si sono fatte alcuno scrupolo nel dilapidare l’ingente patrimonio dei due, fingendo problemi economici e di salute e chiedendo loro grosse somme di denaro, accumulando un totale di 156mila euro. Soldi che invece hanno utilizzato per sfizi personali.


Solo dopo quasi tre anni i due anziani hanno avuto la forza di denunciare il fatto e proprio mentre uno dei due truffati si trovava in caserma dai carabinieri, gli è giunta una telefonata dalla Riccelli. Secondo un copione ormai collaudato, lei gli ha chiesto 1200 euro per pagare l'ipoteca sulla casa della Brighi. A quel punto i militari le hanno teso una trappola, fissando un appuntamento alle due donne nella casa degli anziani. Al momento della consegna del denaro sono state arrestate in flagranza di reato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa ad anziani: in manette due donne

VeronaSera è in caricamento