rotate-mobile
Cronaca

Trovato un pitone albino sul Garda

L'intervento stato fatto dalle fiamme gialle allarmate dalle urla dei turisti

Gironzolava libero per le spiagge del lago. Non si tratta di un cane o di un gatto, bensì stiamo parlando di un pitone albino lungo un metro e mezzo. L’unità navale della Guardia di Finanza di stanza sul Garda a Bardolino, nel corso di un servizio di controllo tra i comuni di Peschiera, Lazise, Bardolino e Garda lo ha individuato e immobilizzato.

Sin dalle prime ore del mattino il rettile si aggirava minaccioso sulla battigia, tra i turisti. La pattuglia, proprio mentre stava per intraprendere il largo, veniva allertata dalle grida di alcuni passanti i quali, intravisti il pitone e spaventati dalla testa grossa, dai denti a uncino e dagli occhi piccoli con le pupille verticali, si stavano organizzando per evitare che qualcuno si avvicinasse. Prontamente, i finanzieri dell’unità navale si avvicinavano via Lago e, dopo aver coordinato la costituzione di un cordone di sicurezza che tenesse al sicuro i turisti richiamati dalle grida, provvedeva a immobilizzare e cautelare il rettile affinché non creasse pericolo. Ingabbiato e protetto, il pitone è stato portato negli uffici del Comune di Bardolino in attesa dell’arrivo del servizio veterinario affinché prestasse le prime attività di riconoscimento, di valutazione relativamente alle necessità del caso e, di conseguenza, i necessari accorgimenti relativi alla sopravvivenza del rettile stesso, dal momento che questa specie, raggiunta una certa lunghezza, può diventare alquanto pericolosa per chi ne viene inconsciamente in contatto. Si tratta infatti di un esemplare “costrittore”.

Attualmente sono sconosciute le cause relative alla presenza del rettile nel luogo in cui è stato trovato. Si pensa che sia fuggito da qualche gabbia o che sia stato abbandonato, probabilmente per timore delle dimensioni che lo stesso può raggiungere col tempo (circa 5 metri). I pitoni sono diffusi in Africa, Asia e Oceania e difficilmente si trovano in occidente, per giunta in libertà e, soprattutto, nel nostro habitat.

In considerazione della vicenda accaduta le fiamme gialle esortano chiunque dovesse rinvenire specie di animali non comuni a contattare le forze dell'ordine presenti sul luogo al fine di coordinare il recupero ed evitare inutili abbattimenti. L’intervento in questione dimostra la duttilità della preparazione della Guardia di Finanza anche attraverso l’unità navale del Corpo di stanza sulle acque del lago per le attività di prevenzione dei fenomeni illeciti, della correttezza della navigazione e, soprattutto, per la sicurezza dei tanti residenti dell’area e dei turisti stagionali che, come dimostrato oggi, possono incorrere anche in pericoli di questo tipo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato un pitone albino sul Garda

VeronaSera è in caricamento