rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Bussolengo / Strada Regionale 11

Trovato sulla SR11 e morto poco dopo: era un profugo. Disposta l'autopsia

Era un ospite dell'Hotel Rizzi il 35enne che ha perso la vita nella mattinata di martedì: la salma è stata portata all'istituto di Medicina legale, dove verrà eseguito l'esame autoptico che potrebbe fare luce sulla vicenda

N.J., richiedente asilo orginario della Nigeria, è il 35enne deceduto nella mattinata di martedì, dopo essere stato trovato a terra da un passante lungo la SR11, nel comune di Bussolengo. L'uomo, ospite all'Hotel Rizzi insieme ad altri profughi, stava probabilmente percorrendo la strada in sella alla sua bici, quando per motivi ancora da chiarire è finito a terra: sulla vicenda sta indagando la Polizia Stradale ma pare si tratti di un caso di investimento. 
Una volta lanciato l'allarme, intorno alle 9.30 del mattino, il personale del 118 si è subito precipitato sul posto, trovandosi davanti ad una persona in condizioni critiche: il nigeriano infatti è spirato durante il trasporto in ospedale e ora la sua salma si trova all'istituto di Medicina legale, dove verrà effettuata l'autopsia. L'esame autoptico dovrebbe aiutare a comprendere se si tratta di una morte violenta o se il tutto è riconducibile ad un malore che ne ha provocato la caduta. 
Le forze dell'ordine comunque invitano coloro in grado di fornire dettagli utili alle indagini di mettersi in contatto con la Questura allo 045/8090711, oppure di telefonare alla segreteria telefonica attiva 24 ore su 24 al numero 045/8090716. 

Si tratta della terza morte di un profugo ospite nella struttura alberghiera di località Crocioni. Nelle precedenti settimane infatti, altri due uomini, ancora più giovani, avevano perso la vita: in entrambi i casi però il decesso era dovuto ad una malformazione cardiaca.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato sulla SR11 e morto poco dopo: era un profugo. Disposta l'autopsia

VeronaSera è in caricamento