Cronaca Tregnago / Piazza Caduti di Nassiriya

Spaccata nella notte a Tregnango, il sindaco mette in fuga i ladri

Un gruppo di malviventi ha sfondato la vetrina di un negozio in piazza Nassiriya con un furgone, ma il rumore ha svegliato il primo cittadino Ridolfi che subito dato l'allarme e spaventato i malviventi

Una spaccata nel cuore della notte in piazza Nassiriya a Tregnago poteve costare ancor più cara al gestore del negozio di articoli sportivi Dario Castagnini, se il sindaco Renato Ridolfi non avesse messo in fuga i ladri con le sue urla. 

IL FURTO - Intorno alle 3.30 dell'altra notte, quattro malviventi hanno utilizzato un Fiat Ducato come ariete per sfondare la vetrina del negozio. Successivamente hanno iniziato a caricare sul furgone quanta più merce potevano, soprattutto giacconi e scarpe Nike, tutte cose facilmete prelevabili perché nella zona della vetrata distrutta. 

L'INTERVENTO - L'allarme, che ha subito iniziato a suonare, ha immediatamente allertato il proprietario, dal momento che è collegato al suo cellulare, e l'agenzia di vigilanza ingaggiata. Il primo però ad intervenire è stato il sindaco Ridolfi che abita a trenta metri dal luogo del furto. Il primo cittadino si è affacciato al balcone ed ha inziato ad urlare, tanto è bastato per spavantare i malviventi che, prima che potesse scendere, si sono dati alla fuga. 

LE INDAGINI - Sul posto sono intervenuti i carabinieri che, come tutti gli altri, hanno trovato sul luogo del furto il sindaco Ridolfi, che ha fornito loro i pochi dettagli che ha potuto raccogliere. Dalle urla dei malvivente si è potuto intuire che non fossero italiani, ma non è purtroppo riuscito a vederli in faccia. Il bottino alla fine è stato di circa diecimila euro, ma il bilancio poteva essere ben peggiore per il gestore del negozio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccata nella notte a Tregnango, il sindaco mette in fuga i ladri

VeronaSera è in caricamento