Tre ricercati in tre giorni arrestati dalla polizia all'aeroporto Catullo

Due provenivano dall'Albania e uno dal Regno Unito. Avevano delle condanne da scontare e per questo sono stati portati al carcere di Montorio

La polizia all'aeroporto Catullo

Nelle ultime 48 ore, gli agenti della Polizia di Frontiera Aerea dell'aeroporto veronese Valerio Catullo hanno catturato tre uomini giunti a Verona con voli provenienti dall'Albania e dal Regno Unito.

Il primo, un trentaseienne di nazionalità albanese proveniente da Tirana, è stato fermato giovedì sera, 24 ottobre, durante gli ordinari controlli di frontiera dei passeggeri in arrivo. L’uomo, ricercato da sette anni su ordine del Tribunale di Macerata, dovrà scontare la pena di 6 mesi di reclusione, a lui comminata per il reato di ricettazione.
Il secondo è stato, invece, rintracciato ieri mattina, 25 ottobre, tra i numerosi passeggeri del volo giunto da Birmingham. In capo al cinquantenne cittadino italiano, originario del Pakistan, pendeva un ordine di carcerazione disposto dal Tribunale di Brescia a seguito della condanna a tre anni e quattro mesi di reclusione per il reato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.
Questa mattina, infine, è stato identificato un altro cittadino albanese di ventisei anni, proveniente da Tirana, condannato nel 2018 a circa tre anni di reclusione per traffico di sostanze stupefacenti e detenzione di armi.

I tre ricercati sono stati condotti nel carcere di Montorio per l'espiazione delle rispettive condanne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Finta concessionaria nel Veronese per truffare i clienti, denunciato 21enne

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

Torna su
VeronaSera è in caricamento