Coltivavano marijuana a Castelnuovo e la lavoravano in casa, 3 arresti

I carabinieri veronesi hanno anche sequestrato quasi 3 chili e mezzo e 25 piante di marijuana, 28 grammi di cocaina, 12 grammi di metanfetamina, 3 grammi di hashish e una pastiglia di ecstasy

Le piantine sequestrate dai carabinieri

Tre veronesi non ancora trentenni sono stati arrestati ieri, 21 ottobre, perché colti nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli arresti sono stati compiuti dai carabinieri di Sommacampagna, in collaborazione con i loro colleghi di Peschiera del Garda, al termine di un'operazione partita da un servizio di osservazione del territorio di Castelnuovo del Garda.

droga-sequestrata-carabinieri
(Lo stupefacente sequestrato)

In un'area boschiva della località di Mischi, a Castelnuovo, i militari avevano individuato un punto attorno alla quale si era sviluppato un insolito via vai. Il motivo del continuo andirivieni sospetto era una piantagione di marijuana, troppo ben curata per essere sorta spontaneamente. Gli operatori hanno quindi organizzato una serie di appostamenti anche in borghese ed hanno individuato i tre giovani che si prendevano cura delle piante, alcune delle quali avevano raggiunto anche il metro e mezzo di altezza.
Ieri, gli operatori hanno proceduto alla cattura dei tre ragazzi e successivamente hanno eseguito una perquisizione nelle loro abitazioni. Oltre al sequestro di 25 piante di marijuana, i carabinieri hanno trovato e sequestrato nelle case degli arrestati quasi 3 chili e mezzo sempre di marijuana, 28 grammi di cocaina, 12 grammi di metanfetamina, 3 grammi di hashish e una pastiglia di ecstasy. Inoltre, nel solaio di una delle abitazioni, è stato trovato un vero e proprio laboratorio in cui la materia prima coltivata veniva lavorata per ricavare gli stupefacenti che sarebbe stati poi smerciati.
Gli arrestati vivevano ancora nella casa dei genitori, i quali non si erano accorti delle attività dei tre ragazzi, o almeno questo è quanto hanno dichiarato ai carabinieri.

solaio-laboratorio-marijuana
(Il laboratorio ricavato nel solaio)

I tre arrestati sono due fratelli e un complice. Le iniziali dei nomi dei due fratelli sono D.R. ed E.R, il primo del '98 e il secondo del '96. Le iniziali del nome del terzo arrestato sono S.B. ed è un ragazzo del '98. Tutti e tre, di fronte all'evidenza delle prove, hanno deciso di patteggiare le pene di un anno e otto mesi di reclusione ciascuno e ottomila ero di multa. Le pene sono state sospese.

stupefacente-sequestrato-carabinieri
(Tutto lo stupefacente sequestrato)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento