Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Travolta dal treno mentre camminava vicino ai binari: la 28enne è grave

Una prima ricostruzione dell'incidente di domenica sera a Bovolone, che sarà vagliata dalla Polfer, indicherebbe che la giovane avrebbe superato le sbarre abbassate con un'amica

 

Sarà la Polizia ferroviaria di Verona ha stabilire cosa sia successo nella serata del 3 febbraio a Bovolone, quando una ragazza è stata travolta dal treno che collega Verona con Rovigo. La giovane, una 28enne di Legnago, è stata soccorsa dal personale del 118 e ricoverata in condizioni molto gravi all'ospedale di borgo Trento, dopo essere stata liberata dai vigili del fuoco volontari del distaccamento locale, per essere rimasta bloccata sotto la motrice. 

51435101_294550434798764_361692291351445504_n-2

Una prima ricostruzione della dinamica, al vaglio naturalmente della Polfer, racconta che la ragazza probabilmente stava camminando in prossimità dei binari in compagna di un'amica, nonostante le sbarre del passaggio a livello di via San Pierino, a poche decine di metri dalla stazione del paese, fossero abbassate. In quel momento sarebbe arrivato il Regionale 91522 che, malgrado il tentativo del macchinista fermarsi, l'avrebbe inevitabilmente travolta con i suoi due vagoni. È scattato a quel punto l'allarme, lanciato da un passante, che ha portato sul posto i soccorritori, la Polfer, i carabinieri e la polizia locale, che hanno dovuto gestire i disagi alla vabilità provocati dall'episodio. 
Resta da chiarire come mai la 28enne si trovasse così vicina ai binari al momento dell'arrivo del treno: soccorsa quando era ancora cosciente, lotta ora per la sopravvivenza. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento