menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Trasporto scolastico dei disabili garantito fino a giugno, ma il futuro è incerto

Nella provincia di Verona il trasporto fino a scuola per i soggetti affetti da handicap sarà garantito fino a giugno, ma dalla Giunta del Veneto non arrivano segnali incoraggianti per il futuro. A lanciare l'allarme è la consigliera della Lista Tosi Giovanna Negro

“Servizio di trasporto scolastico disabili fino a giungo 2016, e dopo?”. Questo l’interrogativo della consigliera regionale tosiana Giovanna Negro relativo al servizio di trasporto degli studenti disabili nella provincia scaligera. “La provincia di Verona è fortunatamente riuscita ad accantonare i finanziamenti che confermano le convenzioni già esistenti con il servizio di trasporto degli studenti disabili, ma solo fino a giugno. E dopo? – si interroga Negro - Nel caso della provincia scaligera una serie di nuove entrate ed interventi hanno reso possibile una consistente riduzione della spesa corrente e un recupero delle risorse necessarie a garantire il servizio. Ma altre province ce l’hanno fatta a mantenere la convenzione? E’ sconcertante – prosegue la consigliera veronese – che la Regione continui a “bastonare” il settore sociale e non si preoccupi di prevedere e finanziare i contributi indispensabile a servizi come questi, che permettono agli studenti disabili di frequentare la scuola".

Un attacco molto duro quello avanzato dalla consigliera regionale della Lista Tosi Giovanna Negro, la quale poi prosegue: "L’istruzione non è forse un diritto fondamentale per tutti i Veneti? Eppure del doman non v'è certezza e la Regione scarica sulle spalle delle Province l’incombenza economica. E se nemmeno la Provincia è in grado di garantire la convenzione al servizio di trasporto con le proprie forze, a rimetterne, ancora una volta, sono le famiglie già oberate di spese”.

Nel frattempo la maggioranza in Consiglio regionale ha bocciato poco fa l’Ordine del Giorno proposto dai consiglieri tosiani Giovanna Negro e Maurizio Conte che chiedeva il ripristino dei fondi regionali destinati al sociale per l’anno 2016. “Prendiamo amaramente atto – affermano Conte e Negro - che tra le priorità di questa giunta regionale non vi siano i temi del sociale e dell’assistenza ai soggetti deboli”.

L’odg dei tosiani bocciato dall’aula consiliare (per 24 voti a sfavore contro 23 favorevoli) poneva l’attenzione sull’esercizio provvisorio finanziario del prossimo anno e impegnava il presidente Zaia e la Giunta regionale a dare priorità nel bilancio 2016 ai temi del sociale che toccano la sfera dei soggetti più deboli e dei soggetti con disabilità. “È ora chiaro e confermato che la giunta non intenda attivarsi – concludono i tosiani - nella fase di esercizio provvisorio 2016 per dare copertura ai finanziamenti e alle liquidazioni legate ad interventi che tutelano i cittadini più deboli in generale e con disabilità”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento