Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Si firma la concessione del traforo e a Venezia parte l'indagine

Oggi a Palazzo Barbieri ci sarà la firma del dirigente comunale Giorgio Zanoni ma dalla Regione Veneto arriva la notizia di una commissione d'inchiesta sulla Mantovani s.p.a.

La concessione definitiva al raggruppamento di imprese per la progettazione, la costruzione e la gestione del traforo delle Torricelle - passante Nord, verrà firmata oggi a Palazzi Barbieri dal dirigente comunale Giorgio Zanoni. Nel frattempo in carcere si svolgerà l'interrogatorio di Piergiorgio Baita e Nicolò Buson, presidente e direttore finanziario della Mantovani s.p.a.. 

Proprio questa società, che detiene il 69 % delle quote della cordata che si dovrebbe occupare del traforo, è finita nei giorni scorsi nel mirino della Guardia di Finanza e della Procura di Venezia. I due dirigenti sono accusati di frode fiscale e della creazione di un fondo nero che sarebbe stato utilizzato per sovvenzionare tangenti.

IN REGIONE - Da Venezia il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, annuncia una commissione d'inchiesta sull'azienda, che è anche tra i maggiori azionisti dell'autostrada Brescia-Padova, oltre ad essere impegnata nella costruzione del Mose e dell'Expo 2015. "La commissione opererà in strettissima collaborazione con la magistratura inquirente", spiega Zaia che avanza anche l'ipotesi di un "eventuale costituzione di parte civile della Regione Veneto".

IN COMUNE - Tosi intanto pare deciso a non fermarsi e annuncia che non ci sono dubbi sulla firma: "Andremo avanti così come vanno avanti il Mose, l'Expo 2015 e altre iniziative - afferma - si tratta di una questione interna alla compagine societaria che non pregiudica l'opera".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si firma la concessione del traforo e a Venezia parte l'indagine

VeronaSera è in caricamento