menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Traforo, Cie e Motorcity  i nodi del primo Miozzi

Traforo, Cie e Motorcity i nodi del primo Miozzi

Traforo, Cie e Motorcity i nodi del primo Miozzi

Il Consiglio provinciale compie un anno. L'opposizione all'attacco: "E' stato fatto poco"

La Provincia di Miozzi compie un anno. “Al di là delle logiche politiche c’è un profondo rispetto reciproco tra di noi. Tra di noi c’è molta concordia, senza inutili polemiche”, ha esordito così il presidente del Consiglio provinciale Antonio Pastorello.  Confronti corretti tra destra e sinistra, ma con una maggioranza non sempre compatta e omogenea. Dopottutto in un solo anno di attriti tra Pdl, Lega e opposizione ce ne sono stati parecchi, ad esempio il dibattito sul Motorcity, il Cie, Ca’ del Bue, il piano rifiuti e il traforo.

Sulle frizioni all'interno della maggioranza, Fabio Venturi, assessore all'Ecologia, ha detto: “Non siamo un partito unico ma una coalizione, quindi è normale che possano esistere delle differenze. Ben vengano quindi i dibattiti accesi, anche tra di noi. Ci sono stati e ci saranno ancora, ma al momento del voto riusciamo sempre a venirci incontro. È stato così con argomenti importanti: magari in futuro ci saranno contrasti insanabili, ma per ora è tutto ok. La posizione della Lega è sempre più decisa in quanto siamo un gruppo unico e abbiamo ottenuto più consensi, ma al momento dell’incontro con il Pdl, che al contrario è formato da varie correnti politiche, è naturale che ci possano essere delle divisioni”. Concorde con l'esponente della Lega, che non era presente alla conferenza stampa di questa mattina e che abbiamo intervistato telefonicamente, è anche Alberto Bozza, capogruppo del Pdl in Provicnia: “Noi e la Lega siamo come sale e pepe - conferma l'azzurro -. Le differenze tra noi non si sono mai concretizzate in una spaccatura, perché su molti punti siamo di comune accordo. Più che alle differenze bisogna guardare ai punti di contatto”.

Molte sono però le problematiche da affrontare, a ricordarle c’è il capogruppo dell’Udc Mario Rossi: “Ci sono molti punti che sono prioritari, come la gestione dell’area del Garda, la problematica sanitaria e il sistema delle Ulss, l’aeroporto e l’interporto”.

“Per quanto riguarda il lavoro della giunta ho molto da ridire, è il più grande aspetto negativo di questa amministrazione. È improduttiva, gestiscono solo contributi e bilanci. Siamo costretti a prendere provvedimenti cercando di fare il nostro compito di opposizione portando mozioni e ordini del giorno per spronare il lavoro” polemizza il capogruppo del Pd Vincenzo D’Arienzo. I problemi insomma non mancano: “Va bene l’ottimo clima, ma vorrei ricordare che sono state riscontrate notevoli difficoltà in molti interventi prioritari, come ad esempio il piano rifiuti -ha dichiarato Sonia Milan dell’Italia dei Valori- Ritengo che questo piano sia a dir poco scellerato. Il mio auspicio e che lo si possa riprendere in mano al più presto”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento