rotate-mobile
Cronaca Piazza Brà

Sei arresti e 17 denunce per un traffico di immigrati dal Pakistan

Una segnalazione della polizia francese ha dato via ad un'indagine della squadra mobile di Verona sullo sbarco clandestino di persone in Italia "aiutate" da un'organizzazione criminale

Una segnalazione fornita nell'aprile 2010 dalla gendarmeria francese allo Sco (Servizio Centrale Operativo) della polizia, ha permesso di individuare e sgominare un'organizzazione che consentiva l'ingresso in Italia, e quindi in Europa, a cittadini pachistani con docuomenti falsi. 

LA SEGNALAZIONE - L'allarme giunto dalle forze dell'ordine francesi segnalava una persona pachistana fermata al confine con la Spagna, in possesso di documenti italiani, rilasciati dalle autorità veronesi. 

L'ORGANIZZAZIONE - Da lì è partita l'inchiesta, grazie alla quale si è riusciti a capire il metodo utilizzato e ad inviduare i componenti dell'organizzazione, un italiano e cinque stranieri di varie etnie. Ognuno di essi aveva un compito prrestabilito: dalla ricerca di un datore di lavoro, alla compilazione del questionario per il visto, alle certificazioni mediche per l'invalidità degli anziani.

ARRESTI E DENUNCE - Oltre all'arresto di queste sei persone, altre 17 risultano indagate. Imprenditori o altri soggetti di vario titolo che assumevano i pachistani come colf, badanti o operai. Il costo di una singola "prartica" oscillava tra gli otto e i quattordicimila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei arresti e 17 denunce per un traffico di immigrati dal Pakistan

VeronaSera è in caricamento