rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Stazione / Piazzale XXV Aprile

Traffico internazionale di eroina smantellato: fermato a Verona un corriere

La droga arrivava dal Pakistan in Grecia e veniva trasportata in aereo da vari corrieri verso l'Italia. Sono otto le persone finite in manette e quasi due i chili di stupefacente sequestrati

La guardia di finanza di Orio al Serio nel Bergamasco ha concluso un’operazione di contrasto del traffico internazionale di eroina, debellando un sodalizio criminale molto attivo tra la Lombardia, il Veneto, l’Emilia Romagna e la Grecia.

Il traffico di droga era gestito da soggetti di nazionalità pakistana, in grado di reperire i quantitativi di stupefacente grazie ad una fitta rete di connazionali attivi tra il Pakistan e la Grecia. Ben quattro corrieri ovulatori sono stati intercettati, uno presso la stazione di Verona, un altro presso quella di Bologna e 2 all’aeroporto “Caravaggio” di Orio al Serio, tutti provenienti da Atene.

Nel corso delle indagini, coordinate dal Dott. Fabio Pelosi della Procura della Repubblica di Bergamo, è emerso che l'eroina giungeva dal Pakistan alla penisola ellenica, dove veniva confezionato in ovuli e consegnato ai corrieri, i quali dopo averlo occultato su se stessi raggiungevano l’Italia via aerea.

Le indagini delle Fiamme Gialle, inoltre, hanno consentito di individuare quattro destinatari della droga, tutti quanti tratti in arresto a seguito di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Bergamo, la Dott.ssa Bianca Maria Bianchi, ed eseguita ieri, giovedì 23 marzo, tra le città di Verona e Faenza in provincia di Ravenna. In totale sono stati sequestrati 1800 grammi di eroina purissima, che sul mercato dello spaccio italiano avrebbero fruttato ai malviventi più di mezzo milione di euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico internazionale di eroina smantellato: fermato a Verona un corriere

VeronaSera è in caricamento