Cronaca Sommacampagna / Via Bussolengo

Sommacampagna, fermato in A4 un trafficante di droga con più di 2 kg di coca

Nel mese di luglio le operazioni della della Sottosezione Autostradale di Verona Sud hanno portato al sequestro di diverse sostanze stupefacenti, ma la più rilevante di queste è senza dubbio quella condotta il 17 luglio

??Lotta senza quartiere ai trafficanti di droga che scorazzano lungo le arterie autostradali da parte degli equipaggi della Sottosezione Autostradale di Verona Sud. Solamente nel mese di luglio sono stati sequestrati 2.3 kg di cocaina e 3.7 kg di hashish: in alcuni casi lo stupefacente era già confezionato in dosi, pronto per essere venduto al consumatore.
I corrieri adottano diversi espedienti nella speranza di evitare i controlli della polizia stradale. Usano ad esempio veicoli "puliti", con i quali viaggiano ad andatura regolare, evitando di commettere infrazioni come sorpassi azzardati o muoversi a zigzag tra i veicoli incolonnati, ma non sempre queste contromisure sono sufficienti per ingannare le forze dell'ordine. 

Così il 16 luglio Mustapha Zahir, marocchino di 30 anni residente a Pramaggiore nel veneziano, è stato fermato nei pressi del casello autostradale di Soave con l'auto imbottita di hashish, mentre il suo complice è riuscito a fuggire: quest'ultimo però è già stato identificato e verrà presto assicurato alla giustizia. Intanto Zahir rimane a Montorio: il gip infatti ha convalidato il suo arresto e la richiesta del Pm relativa alla misura di custodia cautelare. 

Il 19 luglio invece è stato fermato un macedone di 25 anni residente in provincia di Trento, Afrim Isenaj. Il 25enne è stato scoperto, sempre nell'area del casello di Soave, mentre trasportava 664 grammi di hashish 42.5 di cocaina, già confezionati in dosi, oltre ad una cospicua somma di denaro ottenuta con l'attività di spaccio, dal momento che l'uomo risultava disoccupato. Anche in questo caso il giudice scaligero ha deciso di convalidare l'arresto e disporre la misura cautelare del carcere. 

Ma l'operazione più importante è avvenuta il 17 luglio nelle vicinanze del casello di Sommacampagna. Le pattuglie di Verona Sud notano un Peugeot di colore nero, che prima rallenta, poi dalla corsia centrale si sposta in quella di emergenza ed infine accelera nuovamente riportandosi in prima corsia. Comportamento piuttosto strano che non è sfuggito all'occhio degli agenti, che hanno richiesto l'aiuto degli altri equipaggi che si trovavano pochi chilometri più avanti, per obbligarlo a rientrare nell'area di servizio Monte Baldo Est. Alla guida c'era Pashuk Gjini, 27enne albanese risultato senza fissa dimora in Italia. Il giovane ha mostrato fin da subito un certo nervosismo, un atteggiamento che non è sfuggito alle forze dell'ordine e che poi ha trovato la sua spiegazione: nel cruscotto infatti sono stati rinvenuti 2 panetti di cocaina dal peso complessivo di 2.3 kg e 1700 euro suddivisi in banconote di vario taglio, risultato probabilmente dell'attività di spaccio. Le indagini poi sono proseguite, anche perché i poliziotti non sono convinti del fatto che il ragazzo fosse privo di un domicilio in Italia. Gli investigatori quindi hanno scavato tra le carte trovate nell'auto e analizzato i due smartphone in suo possesso, scoprendo così un indirizzo nella cittadina di Gualtieri, nella provincia di Reggio Emilia. 
Parte quindi la richiesta di collaborazione alla Squadra Mobile della Questura di Reggio Emilia e in un appartamento al primo piano dove abitava l'albanese sono stati rinvenuti 300 metri di pellicola trasparente, guanti monouso, nastro adesivo, una macchina per il sottovuoto, materiali solitamente usati per il confezionamento dello stupefacente, oltre a numerosi cellulari, schede telefoniche, post it con annotati indirizzi di località balneari della riviera romagnola e 32.900 euro in contanti suddivisi banconote di vario taglio. Tutti elementi che confermerebbero la teoria che vede l'arrestato come un importante trafficante di cocaina. 
Il 27enne ora so trova in carcere a Montorio, dal momento che il Gip ha emesso nei suoi confronti un provvedimento di custodia cautelare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sommacampagna, fermato in A4 un trafficante di droga con più di 2 kg di coca

VeronaSera è in caricamento