rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Tosi scrive al Prefetto, profughi diffidati: vendevano bastoni da selfie in Brà

La lettera di segnalazione del sindaco ha portato al provvedimento nei confronti dei due inseriti nel sistema di assistenza per richiedenti protezione internazionale e ospitati uno a Costagrande e l'altro all'Hotel Monaco

La Prefettura di Verona, dopo aver ricevuto una lettera di segnalazione dal Sindaco Flavio Tosi, ha emanato nei giorni scorsi due atti di diffida nei confronti di altrettanti cittadini bengalesi, inseriti nel sistema di assistenza per richiedenti protezione internazionale e ospitati uno a Costagrande e l’altro all’Hotel Monaco. I due giovani, di 27 e 25 anni, erano stati sorpresi dagli agenti della Polizia municipale mentre vendevano irregolarmente supporti telefonici in centro storico. Nel provvedimento di diffida viene specificato che “nel caso di eventuali altri comportamenti in contrasto con le regole delle strutture ospitanti, si provvederà all’immediata revoca della misura di accoglienza”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tosi scrive al Prefetto, profughi diffidati: vendevano bastoni da selfie in Brà

VeronaSera è in caricamento