Cronaca

Tosi: "Porteremo in aula i tifosi che urlarono contro Morosini"

Il sindaco ha annunciato che, nel momento in cui i "quattro ignoranti" colpevoli saranno identificati la giunta cittadina si costituirà parte civile e devolverà in beneficenza l'eventuale risarcimento

Il sindaco non ci sta, e in una nota aspra e diretta annuncia l'intenzione di fare tutto quanto è in suo potere per punire il triste episodio che ha avuto luogo sugli spalti dello stadio "Picchi" di Livorno in occasione dello scontro tra i gialloblù e gli amaranto. Quattro stupidi ignoranti che hanno infangato la numerosa e corretta tifoseria del Verona, questa le descrizione fatta dal primo cittadino scaligero. Se verranno individuati e perseguiti, la giunta si costituirà parte civile nei loro confronti. Il sindaco Flavio Tosi, in merito al vergognoso coro contro Piermario Morosini lanciato sabato durante il match tra Livorno e Verona da alcuni tifosi dell'Hellas, insomma non si risparmia, e promette provvedimenti severi. Persone che sarebbero già state tutte identificate dalla digos toscana.

Questo il testo della nota ufficiale con cui Tosi ha stigmatizzato l'episodio. “Da tifoso dell’Hellas, anch’io vado in curva coi butei, capisco che alla partita ci possano essere gli sfottò ed anche insulti da stadio, fanno parte del clima. Ma è assolutamente inammissibile l’offesa personale, ancor più quando si tratta della memoria di un bravissimo ragazzo, tra l’altro particolarmente colpito da tristissime vicende famigliari. Quei quattro stupidi ignoranti che hanno compiuto quel gesto esecrabile, hanno infangato la numerosissima e corretta tifoseria del Verona; dovrebbero provare a pensare a come si saranno sentiti i congiunti del povero Piermario Morosini. Per questo, se verranno individuati e perseguiti, la giunta comunale, a nome della città, si costituirà parte civile nei loro confronti e devolverà in opere benefiche l’eventuale risarcimento”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tosi: "Porteremo in aula i tifosi che urlarono contro Morosini"

VeronaSera è in caricamento