rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Tocat, con le fontane pubbliche si beve "a km zero"

Acque Veronesi indica nelle pianta del festival dove si trovano le nove fontanelle da cui poter bere

In occasione del Tocatì, il festival dei giochi di strada in programma da venerdì 23 a domenica 25 settembre nel centro di Verona, Acque Veronesi, l’azienda che gestisce il servizio idrico integrato, non solo giocherà a insegnare ai più piccoli il valore dell’acqua, ma farà anche riscoprire a bambini e adulti le fontanelle del centro storico.

Proprio con l’obiettivo di garantire la massima fruibilità dell’acqua pubblica - l’ACQUA A KM 0, che peraltro a Verona oltre ad essere sicura ed economica è talmente buona da essere considerata fra le migliori d’Italia – Acque Veronesi ha infatti messo su carta, inserendole nella pianta del festival, le indicazioni dei luoghi in cui si trovano le nove fontanelle del centro storico. Una novità che costituisce il primo frutto di una mappatura che verrà poi estesa a tutta la città in collaborazione con Legambiente.

I punti nei quali tutti i partecipanti al Tocatì potranno bere l’acqua dell’acquedotto, fatto che permetterà di ridurre l’inquinamento provocato dall’uso delle bottiglie di plastica, saranno comunque 11, visto che per la manifestazione ne saranno aperti due temporanei nelle piazze Viviani e Nogara. Lì dove Acque Veronesi sarà presente con proprie iniziative. Sia con “Acqua in gioco”, che prevede percorsi ludico-creativi per bambini e ragazzi che porteranno alla scoperta dell’acqua, sia con banchetti, nei quali verranno distribuiti materiale informativo, pubblicazioni e gadget, con lo scopo di promuovere un uso consapevole delle risorse idriche.

Queste ultime iniziative rientrano nella programmazione dell’"ecopiazza", un originale percorso ecologico dove i bambini riceveranno una tessera di uno speciale puzzle che una volta completato darà diritto a ritirare un gadget ecologico (a cura di Amia, Agsm, Acque Veronesi ed Ecosportello dell’assessorato Ecologia e Ambiente del Comune). “Il Tocatì – spiega Anna Leso, presidente di Acque Veronesi – per noi non è quindi solo un’occasione per far conoscere di più il lavoro a servizio dei cittadini che svolgiamo ogni giorno ma anche di promuovere il rispetto per l’ambiente e far capire ai più piccoli il valore inestimabile dell’acqua”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tocat, con le fontane pubbliche si beve "a km zero"

VeronaSera è in caricamento