Cronaca Stadio / Piazzale Olimpia

Tifosi del Brescia picchiati, chiesti otto anni per i poliziotti

Sono accusati di lesioni gravissime nei confronti di un supporter delle rondinelle finito in coma il 24 settembre del 2005 fuori dal Bentegodi

I giudici hanno chiesto otto anni di carcere per sette poliziotti del reparto Celere di Bologna accusati di lesioni gravissime nei confronti di un giovane tifoso del Brescia, Paolo  Scaroni, finito in coma e rimasto invalido al 100% in seguito alle botte subite durante una carica degli agenti il 24 settembre del 2005 fuori dallo stadio Bentegodi in occasione della partita Hellas-Brescia. 

La richiesta è stata formulata dal pubblico ministero Beatrice Zanotti al Tribunale di Verona: sei anni di reclusione più altri due per le aggravanti. Il magistrato ha chiesto l'assoluzione solo per l'autista del mezzo della Celere. Paolo Scaroni, difeso dall'avvocato Alessandro Mainardi, dopo il pestaggio rimase in coma per sei mesi, gli è stata riconosciuta un'invalidità totale: fatica a parlare e a camminare, però ha seguito assieme ai familiari tutte le udienze del processo che è stato aggiornato al 18 gennaio, quando è prevista anche la sentenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tifosi del Brescia picchiati, chiesti otto anni per i poliziotti

VeronaSera è in caricamento