menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"I tesori veronesi 2012", inizia il ciclo di settembre

La seconda fase della manifestazione è suddivisa in tre tappe: la I° tappa dell'8 e 9 si terrà a Sant'Ambrogio, la seconda sarà a Colognola ai colli il 15 e 16, mentre la terza sarà a Verona il 29 e 30

Oggi, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, l’assessore alla Cultura e Beni Ambientali Marco Ambrosini ha presentato le tre tappe del 2° ciclo de “I Tesori Veronesi 2012”, che si terranno a Sant'Ambrogio di Valpolicella l'8 e il 9 settembre, a Colognola ai Colli il 15 e 16 settembre e a Verona il 29 e 30 settembre. Erano presenti in sala Rosario Russo, presidente della commissione Cultura del Comune di Verona, Nereo Destri e Roberto Zorzi, rispettivamente sindaco e vicesindaco del Comune di Sant'Ambrogio di Valpolicella, Silvino Salgaro, docente del dipartimento di Tempo, Spazio, Immagine e Società della facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Verona e Gianluca Bosco, area Organizzazione eventi di Provincia di Verona Turismo.

L'iniziativa, promossa dall'assessorato ai Beni Ambientali della Provincia di Verona, è realizzata grazie al supporto operativo della società Provincia di Verona Turismo, in collaborazione con le amministrazioni dei Comuni coinvolti e con l'Università degli Studi di Verona, dipartimento di Tempo, Spazio, Immagine e Società (TeSIS) per la consulenza storico-scientifica. Il progetto intitolato “I Tesori Veronesi” nasce dall'idea di promuovere e fare conoscere ad un pubblico ampio e differenziato le bellezze naturalistiche, architettoniche, artistiche e culturali del territorio della provincia di Verona. Il titolo e filo conduttore della 3^ edizione, che ha preso il via nel mese di maggio con il 1° ciclo di tappe, è “Alla scoperta delle nostre radici: il territorio veronese dalla Preistoria all'Età Romana”. Le tre tappe che caratterizzano il 2° ciclo di tappe sono dedicate alla scoperta e alla valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale legato alla Verona romana e, come di consueto, saranno ospitate in altrettante località del territorio provinciale e cittadino.

 Si parte dalla Valpolicella, precisamente da Sant'Ambrogio, con la tappa inaugurale dell'8 e 9 settembre intitolata: “San Giorgio in Valpolicella: i luoghi del fare e dell'essere”. La seconda tappa: “Governare lo spazio: dai sentieri alle strade” si svolgerà nell'area dell'Est Veronese, a Colognola ai Colli, il 15 e 16 settembre. La tappa conclusiva del 2° ciclo e dell'intera edizione 2012, dal titolo “Verona romana: la città sotto la città”, si terrà invece a Verona il 29 e 30 settembre e rappresenterà per il pubblico un vero e proprio viaggio alla scoperta degli edifici, delle costruzioni e dei resti romani che caratterizzano l'area centrale e metropolitana. Come per il 1° ciclo di tappe, anche per il 2° vengono promossi, oltre alle visite guidate di carattere storico-monumentale e ai percorsi naturalistici, momenti culturali e di approfondimento: venerdì 7 settembre, alle ore 18:30, si terrà la conferenza introduttiva del 2° ciclo, nella Sala Conferenze del Museo Civico di Storia Naturale di Verona. L'assessorato ai Beni Ambientali e l'Università di Verona, Dipartimento di Tempo, Spazio, Immagine e Società (TeSIS) presenteranno il filo conduttore delle ultime tre tappe e illustreranno alcune peculiarità e approfondimenti relativi ai luoghi oggetto delle visite.  Non mancheranno, inoltre, occasioni di aggregazione e cultura, come gli eventi del sabato sera, i concerti, gli spettacoli teatrali e le manifestazioni di intrattenimento.

L'obiettivo è infatti quello di promuovere, in un unico programma, attività naturalistiche legate ai beni ambientali ed iniziative di interesse storico e artistico, senza rinunciare anche all'approfondimento culturale. La suddivisione degli appuntamenti in diverse aree territoriali della provincia veronese intende facilitare, inoltre, il coinvolgimento di un pubblico differenziato e di tutte le età.

L'assessore Ambrosini ha così commentato: “È un piacere presentare il 2° ciclo e, dunque, le tre tappe conclusive de 'I Tesori Veronesi 2012', soprattutto a fronte del bilancio estremamente positivo e del successo di pubblico registrati a conclusione delle tre tappe primaverili di questa 3^ edizione. Nel mese di settembre riprenderà, dunque, il viaggio alla scoperta del patrimonio ambientale e culturale del nostro territorio, legato questa volta alle tracce e ai resti della Verona romana, giunti fino ai nostri giorni. Ancora una volta, oggetto delle visite storico-monumentali e dei percorsi naturalistici saranno luoghi della nostra provincia ricchi di storia e tradizioni, ma verrà concesso ampio spazio anche a momenti di intrattenimento, di aggregazione e di cultura. Un particolare ringraziamento alle diverse realtà che, a vario titolo, hanno collaborato in stretta sinergia con la Provincia di Verona per la realizzazione di questo ambizioso progetto, che rappresenta un'ulteriore occasione di scoperta ed apprezzamento delle nostre radici e della nostra identità”.

Docente università degli Studi di Verona - Salgaro: “L'edizione di quest'anno si distingue dalle precedenti - dice il Docente dell'università degli Studi di Verona Salgaro - per la costruzione dell'itinerario secondo un filo logico ben definito. È stato, infatti, ideato come un viaggio nel tempo nella storia veronese: dalle origini preistoriche all'epoca romana. Il ciclo settembrino della manifestazione sarà caratterizzato dalla scoperta di tesori nascosti e pressochè sconosciuti della Verona romana. Occasioni imperdibili saranno le visite a tre ville romane che solitamente non sono di libero accesso al pubblico. I proprietari, infatti, raramente concedono permessi, e sarà possibile la visita solo tramite prenotazione. Questa manifestazione intende far conoscere ai veronesi gli splendori che li circondano e che troppo spesso sono ignorati. La speranza è che, una volta scoperti e apprezzati, gli stessi cittadini possano diventare collaboratori attivi nella conservazione dei beni. Inoltre, 'I Tesori Veronesi' rappresenta un'occasione importante anche per il settore turistico, attraverso la valorizzazione di 'nuove' risorse culturali della città scaligera”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento