menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fa razzia di portafogli e cellulari alle Terme di Giunone, ma viene fermato

Approfittava del momento di distrazione dei clienti del parco che andavano a fare un tuffo, per appropriarsi dei loro effetti personali, ma non si era accorto di essere finito nel mirino degli addetti alla sorveglianza

Era riuscito a racimolare un bel bottino, ma alla fine è finito in manette per furto aggravato e continuato: si tratta di un 19enne, M.M., cittadino marocchino residente nel padovano e incensurato, arrestato nel pomeriggio di martedì dai carabinieri delle stazioni di Colognola ai Colli e Tregnago. 

Il giovane, confondendosi tra i bagnanti del parco termale di Caldiero “Terme di Giunone”, adocchiava le sue prede e, approfittando della loro momentanea distrazione per un tuffo in piscina, portava via i loro effetti personali lasciati incustoditi. In pochissimo tempo era riuscito ad appropriarsi di 6 portafogli, 5 cellulari ed un borsello, ma non aveva fatto i conti con gli addetti alla sicurezza della struttura, che lo stavano tenendo d’occhio. La collaborazione tra quest'ultimi ed i militari, avvisati dal direttore, ha poi fatto il resto e per il giovane ladro non c'è stato scampo. La refurtiva, interamente recuperata, è stata quindi restituita ai bagnanti, parte dei quali ancora ignara di essere stata depredata.

Nella tarda mattinata di mercoledì l’arresto è stato convalidato dal Giudice Monocratico del tribunale di Verona, che ha poi rimesso in libertà il giovane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento