rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Caldiero / Via delle Terme

Con un amico alle terme, prende il cellulare alla guardia che lo ha riconosciuto

I due si trovavano al parco termale di Caldiero e quando un addetto alla sicurezza ha provato a fotografare il compare (che lì aveva messo a segno alcuni furtarelli), lui gli ha preso il telefono prima che avvisasse il 112

Nel tardo pomeriggio di domenica si è recato con un amico alle Terme di Giunone, nel comune di Caldiero, ma è stato arrestato poco dopo dai carabinieri con l'accusa di tentata rapina. 

Il 26enne nigeriano, regolare in Italia e con un lavoro, ha notato che un addetto alla sicurezza della piscina li aveva fotografati e che stava avvisando il 112: l'amico infatti era stato riconosciuto come l'autore di alcuni furti che erano stati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza. Il ragazzo allora ha strappato via il telefono dalle mani dell'uomo dopo avergli storto un polso, per gettarlo poco dopo mentre si allontanava. 
Intanto però i carabinieri erano stati comunque avvisati dell'episodio e poco dopo sono riusciti a rintracciare i due nelle vicinanze. Il nigeriano quindi è stato arrestato e nella mattinata di lunedì è stato portato in tribunale, dove è stato convalidato l'arresto prima che venisse rimesso in libertà in attesa dell'udienza del 1° dicembre. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con un amico alle terme, prende il cellulare alla guardia che lo ha riconosciuto

VeronaSera è in caricamento