menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gas, sedativi e una lametta: suicidio sventato a Santa Lucia

Una veronese di 51 anni ha tentato ieri di farla finita, ma grazie all'intervento del suo precedente compagno, che non la sentiva da giorni ed era preoccupato, tutto si è risolto

Le feste si confermano un periodo difficile per molte persone, non è insolito infatti che qualcuno, proprio in queste settimane in cui ci si sente quasi "obbligati" ad essere felici decida di farla finita. Fortunatamente non tutti i casi di questo tipo finiscono nel peggiore dei modi.

SALVATA DALL'EX MARITO - Sembrava veramente determinata a mettere la parola "fine" alla sua vita la veronese di 51 anni protagonista di un tentato suicidio: la donna aveva aperto le manopole del gas della cucina, ingerito antidepressivi e si era tagliata le vene, senza dare più notizie di sé e facendo preoccupare l’ex marito che non ha esitato a chiamare i soccorsi. Primi di tutti in stradone Santa Lucia sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Verona che sono riusciti a salvare l'aspirante suicida bloccandole l’emorragia e facendo uscire il gas dalla casa. Soccorsa dai sanitari del 118 attualmente è ricoverata in prognosi riservata presso il policlinico “G.B. Rossi” di Borgo Roma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento