rotate-mobile
Cronaca Nogarole Rocca / A22

Dice all'amica che vuole farla finita, lei chiede aiuto e lui viene salvato

L'uomo ha tentato di intossicarsi con i gas di scarico della sua aiuto, nell'area di servizio Povegliano Ovest della A22, a Nogarole Rocca. A salvarlo gli uomini della sotto sezione di Verona Sud della polizia stradale

Un uomo di 67 anni di origine umbra ma residente a Reggio Emilia aveva deciso di farla finita, ma è stato salvato dagli uomini della sotto sezione di Verona Sud della polizia stradale scaligera, nella notte di martedì 18 giugno intorno alle 23.50.

L'uomo aveva comunicato le sue intenzioni parlando al telefono con un'amica. A lei avrebbe confessato le sue difficoltà nei rapporti famigliari che lo avrebbero convinto a suicidarsi. La donna, dopo aver concluso la telefonata, ha chiamato subito i carabinieri e a loro ha comunicato alcuni dettagli che potevano essere utili per trovare l'auto dell'amico.
Sono stati i militari di Guastalla, verso le 23.40, a contattare gli uomini della Stradale, i quali hanno raccolto tutti i dettagli e si sono messi a cercare il veicolo del 67enne. Dalle indicazioni, gli agenti hanno capito che l'uomo si era fermato in un'area di servizio della A22 e l'hanno trovato nell'area di servizio Povegliano Ovest, a Nogarole Rocca. Era in uno stato di semi-incoscenza per i gas di scarico che aveva respirato all'interno della sua auto. L'aspirante suicida aveva creato una sorta di prolunga del tubo di scappamento, in modo che i gas entrassero nell'abitacolo attraverso un finestrino lasciato leggermente aperto. 
Il 67enne è stato subito trasportato all'ospedale di Borgo Trento a Verona. L'intossicazione è stata trattata in una camera iperbarica e il paziente è stato salvato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dice all'amica che vuole farla finita, lei chiede aiuto e lui viene salvato

VeronaSera è in caricamento