Cronaca Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

Tentato furto di rame all'ospedale di Borgo Trento: si cerca il complice del ladro

Fermato sul posto mentre cercava di nascondersi, M.C. non stava saccheggiando da solo i sotterranei della struttura ospedaliera: con lui c'era un altro uomo che è riuscito a dileguarsi

M.C., orignario del sud Italia ma residente a Verona, senza fissa dimora, è l'uomo arrestato nella notte tra giovedì e venerdì dalla Squadra Volanti scaligera, per essere stato sorpreso a sottrarre rame nei sotterranei dell'ospedale Civile Maggiore di Borgo Trento. Condotto davanti al giudice per la direttissima, è stato condannato a 4 mesi di reclusione e 200 euro di multa per furto aggravato. 
M.C. si stava appropriando di oltre 300 metri di cavi elettrici, quando è stato trovato da una guardia giurata accovacciato in un angolo del locale magazzino che cercava di nascondersi. L'uomo però non era solo: negli scantinati dell'ospedale era presente anche un complice, che è riuscito a sfuggire alle forze dell'ordine. Sono partite quindi le ricerche per assicurare alla giustizia anche il secondo ladro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato furto di rame all'ospedale di Borgo Trento: si cerca il complice del ladro

VeronaSera è in caricamento