Forzano la porta di un bar, ma vengono scoperti: due rumeni in manette

L'episodio è avvenuto nella notte tra venerdì 3 e sabato 4 febbraio nei pressi di un locale a Zimella, dove due banditi di nazionalità rumena sono stati arrestati dai carabinieri di Minerbe

Nella notte tra venerdì 3 e sabato 4 febbraio, i carabinieri della stazione di Minerbe hanno arrestato 2 ladri di nazionalità rumena, i quali verso le ore 23 stavano tentando di forzare la porta di un bar a Zimella.

Un cittadino, insospettito dagli insoliti rumori provocati dall'azione dei malviventi, ha saggiamente avvertito il 112. La centrale operativa della compagnia di Legnago ha quindi inviato all'istante i militari di Minerbe. Quest'ultimi, non appena giunti sul posto, hanno individuato i due banditi e prontamente li hanno tratti in arresto per furto aggravato in concorso.

Dal bar non è stato rubato nulla, poiché i ladri vistisi scoperti si sono dati repentinamente alla fuga. Dopo l'arresto sono stati entrambi condotti nelle celle di sicurezza della caserma di Legnago dove hanno trascorso la notte. Questa mattina il giudizio per direttissima. Il giudice Guidorizzi li ha condannati a 6 mesi e al pagamento di 600 euro, pena sospesa.

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa? Ecco la guida che vi aiuterà a liberarvene

  • Must have moda estate 2019: i consigli dell'esperto

  • Kentucky Fried Chicken raddoppia a Verona, nuova apertura in Corso Milano

  • Da borgo Roma parte l'approccio multidisciplinare ai disturbi motori funzionali

I più letti della settimana

  • Strano viavai da un bar, scatta il blitz: trovata della cocaina, 46enne arrestata

  • Dopo Israele e Regno Unito, Gardaland mette nel mirino il mercato cinese

  • Si guasta l'auto e viene investito: un morto e un ferito a Verona dopo l'incidente sulla T4-T9

  • Shopping a prezzi ribassati, arrivano i saldi estivi: quando iniziano a Verona e consigli utili

  • In Veneto ci sono 73.812 inadempienti all'obbligo vaccinale, Burioni: «Terrorizzante»

  • Morfina ad un neonato, l'imputata: «Mi è stato chiesto di prendermi la colpa»

Torna su
VeronaSera è in caricamento