rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca San Zeno / Stradone Porta Palio

Viola coprifuoco e rovista in auto in sosta, arrestato e portato in carcere

A carico dell'uomo, fermato tra Stradone Porta Palio e Via Scalzi, era già pendente un ordine di carcerazione in sostituzione della misura della presentazione alla polizia giudiziaria

La denuncia per la tentata aggressione di Via Lussino non è stata l'unico intervento di ieri, 29 gennaio, degli agenti delle Volanti della questura di Verona, i quali hanno anche arrestato un cittadino marocchino. L'uomo era sottoposto alla misura cautelare della presentazione alla polizia giudiziaria. Misura che è stata sostituita con la custodia cautelare in carcere.

Intorno alle 23, all'incrocio tra Stradone Porta Palio e Via Scalzi, i poliziotti hanno notato un'auto con le portiere ed il bagagliaio aperti. E l'abitacolo della vettura era da poco stato rovistato. Grazie alla descrizione fornita da un residente, che ha dichiarato di aver visto un uomo allontanarsi dall'autovettura, gli operatori sono riusciti ad individuare prontamente il soggetto indicato, il quale era intento a rovistare all'interno di un'altra vettura in sosta. Il trentenne marocchino, già noto alle forze dell'ordine, non ha fornito agli agenti una valida motivazione per la sua presenza all'interno di quell'auto né per la sua presenza fuori casa dopo le 22. Inoltre, si è anche rifiutato di fornire le proprie generalità.
Accompagnato in questura per i dovuti accertamenti sulla sua identità, il cittadino marocchino ha sferrato alcuni violenti calci in direzione degli agenti, nel vano tentativo di sfuggire al controllo. I successivi controlli hanno fatto emergere a carico dell'uomo un ordine di sostituzione della misura della presentazione alla polizia giudiziaria con la custodia cautelare in carcere. Ordine emesso dal tribunale di Castrovillari lo scorso 9 gennaio.
Il 30enne è stato, pertanto, arrestato e accompagnato nel carcere di Montorio. Infine, è stato denunciato per i reati di tentato furto, resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale. Ed è stato anche sanzionato per la violazione del coprifuoco.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viola coprifuoco e rovista in auto in sosta, arrestato e portato in carcere

VeronaSera è in caricamento