rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Caprino Veronese

Stefano Fattorelli ha confessato il tentato omicidio dell'ex convivente di Padova

Confermato il fermo per il 50enne veronese che resterà in carcere dopo aver colpito la vittima alla schiena con un coltello

Stefano Fattorelli ha confessato e resterà in carcere. Il 50enne veronese ha ammesso di aver aggredito la sua ex convivente a Padova. Martedì scorso, 10 maggio, l'uomo aveva colpito più volte la vittima alla schiena con un coltello e per questo era stato bloccato dai carabinieri con l'accusa di tentato omicidio aggravato. Fonti giudiziarie, citate da Ansa, hanno confermato che Fattorelli ha rilasciato delle ammissioni al giudice per le indagine preliminari, il quale ha convalidato il fermo ed ha disposto per lui la custodia cautelare in carcere.

La donna aggredita da Stefano Fattorelli è Sandra Pegoraro, 51enne padovana. I due, fino a qualche settimana fa, facevano coppia. Una relazione troncata dalla donna, pare a causa della gelosia di lui. Fattorelli non aveva accettato questa separazione e martedì scorso si è presentato nell'abitazione della vittima, nel quartiere Arcella del capoluogo euganeo. Fattorelli e Pegoraro avrebbero litigato, allarmando un vicino che è stato il primo a trovare la 51enne ferita alla schiena con un coltello. Il 50enne veronese era invece già scappato e sarà rintracciato poco dopo dai carabinieri. La vittima è stata salvata dall'intervento rapido dei soccorritori chiamati dal vicino, i quali l'hanno portata in ospedale. I medici l'hanno operata d'urgenza per ridurre i danni provocati dalle lesioni. Un'operazione riuscita alla perfezione e che ha permesso di dichiarare la donna fuori pericolo.

Per Stefano Fattorelli, dunque, l'accusa è di tentato omicidio aggravato e non di omicidio, reato di cui si era già macchiato nel 1999 quando uccise la sua fidanzata di allora, Wilma Marchi. Scontata una pena ridotta, Fattorelli era poi tornato in libertà, continuando però a non avere rapporti sereni con le compagne. Un'altra donna, infatti, lo accusò di stalking nel 2011. Sono passati anni ed il 50enne originario di Caprino, ha di nuovo preso in mano un coltello per colpire una donna. Colpi che furono letati per Wilma Marchi e che per fortuna non lo sono stati per Sandra Pegoraro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stefano Fattorelli ha confessato il tentato omicidio dell'ex convivente di Padova

VeronaSera è in caricamento