Cronaca Zai / Via Stefano de Stefani

Tenta la fuga in scooter ma la Volante gli arriva a casa e scopre la droga

Quando ha incrociato l'auto della Polizia in piazza Cittadella, ha subito invertito la marcia ed è scappato senza però riuscire a seminarla. Così si è diretto verso casa e ha provato a nascondersi, ma neanche questo gli è servito a molto

Il suo tentativo di seminare la Volante non solo non è andato a buon fine, ma ha permesso anche agli agenti di rintracciare la sua abitazione, dove hanno trovato la droga che nascondeva. 
Erano circa le 18.50 di martedì sera in piazza Cittadella, quando una pattuglia ha notato uno scooter condotto da un giovane di origini nordafricane, che alla vista dell'auto ha invertito immediatamente la marcia, accelerando, nel tentativo di seminarla. Alla forze dell'ordine naturalmente non è sfuggito il suo comportamento ed è nato così un inseguimento per Corso Porta Nuova, viale Piave, Stradone Santa Lucia e viale della Fiera. Qui il fuggitivo si è accorto che nonostante il suo zigzagare tra i veicoli in coda e bruciare semafori rossi, cosa che i poliziotti non potevano fare visto che si trovavano a bordo di un'auto, la Volante si trovava ancora alle sue calcagna, così ha deciso di invertire nuovamente la rotta e di procede in direzione di Porta Nuova, per poi lanciarsi in via Faccio, Basso Acquar, via Avesani e via De Stefani, dove ha abbandonato il ciclomotore per dirigersi verso la sua abitazione. 
Arrivati sul posto, gli uomini delle Volanti hanno prima individuato il motorino e poi la casa dove abitava. Gli agenti allora hanno suonato alla porta, dove gli ha aperto un altro ragazzo che non ha fatto obiezione e la Polizia allora è entrata per cercare l'uomo. Durante la ricerca però, gli agenti hanno trovato un sacchetto con della marijuana, che risulterà poi essere del peso di 8 grammi, e decidono quindi di dare vita ad una perquisizione, ipotizzando che potesse trattarsi di un centro di spaccio. Ed infatti in una stanza comune viene rinvenuto un panetto di hashish da 95 grammi, mentre nel cassetto di un mobile in salotto era stato nascosto un bastone telescopico. 
Il ragazzo che ha aperto la porta, A.O. nato a Soave nel 1994, ammette di essere il proprietario della ganja, ma nega ogni coinvolgimento per ciò che riguarda il panetto di "fumo". 
Intanto sul posto arriva un'altra Volante, avvisata in precedenza, che nel giardino, nascosto dietro una pianta, nota proprio il fuggitivo: riconosciuto dagli altri agenti come la persona inseguita fino a lì, è stato quindi portato in caserma. 

Si trattava di Hamza Laaraj, nato ad Agrigento nel 1997, con alle spalle alcuni precedenti per reati contro il patrimonio, che finisce in manette con le accuse di resistenza aggravata a pubblico ufficiale, detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, ed inoltre, visto che era privo di assicurazione, lo scooter è stato posto in stato di fermo amministrativo. Il 19enne mercoledì mattina è stato condotto davanti al giudice, che ne ha convaldato l'arresto e disposto l'obbligo di firma presso i carabinieri, in attesa del processo del 23 novembre. 
Il suo inquilino invece è stato ritenuto corresponsabile della proprietà dell'hashish e responsabile del possesso del bastone, guadagnandosi così due denunce. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta la fuga in scooter ma la Volante gli arriva a casa e scopre la droga

VeronaSera è in caricamento