rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Teneva segregata la convivente e la minacciava, arrestato 42enne

La teneva segregata in casa, chiusa a chiave, minacciando di picchiarla. Così un macedone di 42 anni, nullafacente, è accusato di violenza privata continuata nei confronti della convivente

I carabinieri della Compagnia di Verona hanno arrestato un macedone, Bozinov Risto, 42 anni, accusato di aver segregato la convivente in una casa famiglia in cui erano ospiti. A chiamare il 112 la stessa donna, 52enne originaria dell'Ucraina, sfinita dai continui maltrattamenti.

La vittima, oltre che subire costantemente percosse dal compagno, quando quest'ultimo usciva di casa veniva rinchiusa in una stanza dell'abitazione, con minaccia di violenze nel caso avesse avvisato i carabinieri.

Quando rincasava l'uomo controllava attentamente le chiamate effettuate dal cellulare della compagna.
Lo scorso febbraio la 52enne ha vinto la paura e, sebbene segregata, ha chiamato i militari che sono intervenuti nella casa alloggio accertando i fatti. Le responsabilità dell'uomo sono apparse subito evidenti, tanto che prima gli è stata inibita la permanenza nella provincia scaligera e successivamente è stata emessa un ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita dall'Arma.

L'uomo è stato portato nel carcere di Montorio, accusato di violenza privata.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teneva segregata la convivente e la minacciava, arrestato 42enne

VeronaSera è in caricamento