menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tempo di maturità: il Ministero prova a blindare l'esame di stato 2013

Guerra dichiarata agli smartphone e prove inviate via internet con un sistema di sicurezza creato dai servizi segreti israeliani per limitare chi vuole imbrogliare

L'anno scolastico è concluso ma per molti studenti questa sarà la settima di inizio degli esami di maturità. Mercoledì infatti prenderanno il via gli scritti con al prima prova d'esame: il tema.

Le cifre di quest'anno dicono che nel veronese saranno 6848 i maturandi, 155 le commissioni e 1200 commissari. Tutto questo per il 90° compleanno dell'esame di stato, introdotto dalla riforma Gentile del 1923, il 15° da quando è stata modificata l'ultima volta la normativa. Ma come ogni anno, anche in questo c'è qualche novità. Una circolare del Ministero dell'Istruzione bandisce categoricamente gli smartphone dalle sedi d'esame e le prove d'esame verranno inviate via internet con lo stesso sistema di sicurezza utilizzato l'anno scorso, creato dai servi segreti israeliani e che funziona alla perfezione. 

Vigile sulla condotta della prova di matutità il Nucleo di supporto diretto da Giovanni Pontara, responsabile dell´Ufficio scolastico provinciale, e formato per la consulenza tecnica all'esame da Laura Donà e da Marcello Schiavo, per gli aspetti amministrativi, da Valeria Giustizieri e da Raffaele Leto, per il supporto telematico. Pronta inoltre una fitta rete di ispettori per controllare le commissioni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento