Cronaca Centro storico / Via Franceschine

Tav. La Regione mette fretta ai Comuni per ottenere le loro richieste sui lavori

L'impatto dei cantieri dell'alta velocità sarà alto, e l'assessore regionale De Berti vuole conoscere le istanze dei territori da presentare a Roma

La prossima o al massimo tra due settimane, la Regione Veneto porterà alla Conferenza dei servizi sulla Tav le richieste dei Comuni interessati dai lavori per l'alta velocità. Non rimane molto tempo dunque ai sindaci per approvare le osservazioni nei consigli comunali e poi inviarle in Provincia. 

Lo scrive il quotidiano L'Arena, che riporta la fretta espressa dall'assessore regionale Elisa De Berti ai sindaci veronesi presenti all'incontro con Rete ferroviaria italiana. La De Berti ha ringraziato i primi cittadini dei Comuni sul lago, perché si sono sempre coordinati con lei, mantenendo sempre costruttivo il dialogo. Un atteggiamento però che non tutti i sindaci hanno avuto.

L'assessore regionale si è detto fiduciosa di ottenere il sì su molte richieste di tutela da parte dei territori. Difficile però che San Martino Buon Albergo eviti un taglio della cittadina, che sarebbe il terzo dopo quelli della ferrovia e della tangenziale. Forte poi l'impatto su campagne, aziende e strade, dovuto a cantieri che potrebbero durare anche dieci anni. Ma proprio per garantire la manutenzione delle strade, Elisa De Berti farà sentire la propria voce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav. La Regione mette fretta ai Comuni per ottenere le loro richieste sui lavori
VeronaSera è in caricamento