Viaggiatori da Croazia, Malta, Grecia e Spagna: 748 tamponi a Verona per Ferragosto

In tutta la regione Veneto sono stati fatti oggi circa 6.300 tamponi

Tamponi drive in - foto Facebook Luca Zaia

Arrivano i primi dati circa il super lavoro effettuato nei vari presidi allestiti dalle Ulss del Veneto per far fronte alle richieste dei viaggiatori di rientro da Croazia, Malta, Grecia e Spagna, i quali sulla base dell'ordinanza regionale firmata da Zaia devono obbligatoriamente effetture il tampone per la ricerva del virus Sars-CoV-2. Finora i tamponi effettuati nella giornata di Ferragosto alle persone provenienti dai quattro Paesi giudicati a rischio sono stati circa 6.300 a livello regionale.

Nella singola Ulss 9 Scaligera competente per la provincia veronese il dato è di 748 tamponi svolti, dei quali naturalmente al momento non è ancora possibile conoscere l'esito. Nello specifico i test effettuati nel Veronese sono così ripartiti: 189 a Bussolengo, 103 a San Bonifacio, 170 all'aeroporto "Catullo" di Villafranca di Verona, 86 a Legnago e, infine, 200 tamponi effettuati dall'azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona presso l'ospedale di Borgo Trento.

«Visto il massiccio afflusso domani verranno raddoppiate le disponibilità. - ha commentatto il governatore del Veneto Luca Zaia - Per stasera alle 21 è previsto l’arrivo di un aeromobile con un centinaio di persone a bordo che saranno sottoposte a tampone immediatamente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento