Finti tamponi a domicilio, la Regione: «Non aprite a questi sciacalli»

Bussano alle porte di casa dei cittadini e dicono di essere autorizzati dall'ente regionale a svolgere i test del coronavirus. L'invito è di non aprire e di chiamare il 112

(Foto di repertorio)

È vero, la Regione Veneto ha promesso tamponi a tappeto per individuare il maggior numero di cittadini positivi al coronavirus, isolarli ed interrompere così i contagi. Ma nessuno di questi test si svolge a domicilio. L'invito fatto dall'ente regionale e condiviso anche dall'Ulss 9 Scaligera è di stare attenti a coloro che bussano alle porte di casa, dicendo di essere incaricati dalla Regione ad effettuare tamponi per il coronavirus. «Non aprite la porta a questi sciacalli e chiamare immediatamente il 112», ha fatto sapere la Regione Veneto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I supermercati più convenienti? Primeggia il Triveneto, ecco quali sono a Verona

  • Steakhouse: i tre migliori di Verona

  • Elezioni in Veneto: come si vota? Dal voto disgiunto alle preferenze, tutte le informazioni

  • Elezioni del 20 e 21 settembre 2020: come si potrà votare e per cosa

  • Scontro mortale tra un'auto e una bici: deceduto sul posto il ciclista

  • Citrobacter, provvedimento disciplinare alla direttrice della microbiologia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento