rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Santa Lucia e Golosine / A22

Morte Corrado Ferraro, investitore recidivo. Il cordoglio della città, Gasdia: "Perdo un amico"

Al 35enne che ha tamponato in A22 lo scooter dell'ex direttore marketing di Fondazione Arena era già stata ritirata la patente una decina d'anni fa per "guida in stato di ebbrezza"

L'investitore di Corrado Ferraro, nell'ambito del tamponamento in autostrada che è costato la vita all'ex direttore del marketing per Fondazione Arena, era già stato sanzionato per "guida in stato di ebbrezza" con il ritiro della patente una decina d'anni fa. Il 35enne originario di Rovereto che domenica notte in A22 viaggiava a bordo della sua Citroen C4, può quindi essere considerato recidivo, essendogli stato anche in questo caso riscontrato un tasso alcolemico compreso tra l'1,42 (primo rilevamento) e l'1,47 (secondo rilevamento) nel corso delle due prove cui è stato sottoposto nell'immediato dalla polstrada.

Per lui quest'oggi si terrà l'udienza di convalida dell'arresto, mentre l'accusa nei suoi confronti sarà quella di "omicidio stradale aggravato". In particolare, inoltre, nei suoi confronti peserà non poco l'assenza di segni di frenata sull'asfalto, notata, come riferisce quest'oggi anche l'Ansa, durante i rilievi svolti dagli agenti della Stradale: l'auto di M. O., dopo aver travolto lo scooter di Ferraro, si è fermata dopo circa 110 metri dal punto del primo impatto. Una circostanza che lascia credito all'ipotesi che il conducente dell'auto non stesse viaggiando a velocità ridotta, tutt'altro. 

Il Dirigente della polizia stradale Girolamo Lacquaniti

Sindaco Sboarina: "Manager esperto"

Nel frattempo sono arrivati puntuali anche i sentiti e doverosi messaggi di cordoglio istituzionale, in particolare da parte del primo cittadino scaligero Federico Sboarina che ha voluto commentare così la triste notizia della scomparsa di Corrado Ferraro: «Non posso che esprimere il mio cordoglio nell’apprendere la notizia della improvvisa scomparsa di Corrado Ferraro, - ha dichiarato il sindaco - un manager esperto legato alla Fondazione Arena da oltre vent’anni e, per la quale, con grande passione ed entusiasmo, ha sempre dato il massimo del suo impegno professionale e umano. A tutta la sua famiglia le più sentite condoglianze da parte di tutta l’Amministrazione comunale veronese».

Sovrintendente Gasdia: "Un amico, perdita gravissima"

Anche il Sovrintendente, il Presidente di Fondazione Arena, il Consiglio di Indirizzo a tutti i dipendenti hanno voluto esprimere, attraverso una nota ufficiale, il loro «profondo dolore per il tragico incidente che lal scorsa notte ha portato alla scomparsa di Corrado Ferraro, dal 1993 Direttore della Biglietteria e dal 2002 Direttore Commerciale e Marketing di Fondazione Arena».

«Non ci sono parole per esprimere il nostro sgomento per quanto è accaduto, - ha detto il Sovrintendente Cecilia Gasdia - Corrado è un grande professionista, oltre che un mio personale e carissimo amico, che per molti anni ha messo al servizio di Fondazione Arena la sua passione per l'opera e il Teatro. È una perdita gravissima per tutti noi. Esprimiamo profondo cordoglio alla famiglia, alla quale va tutta la nostra vicinanza e il nostro sostegno».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Corrado Ferraro, investitore recidivo. Il cordoglio della città, Gasdia: "Perdo un amico"

VeronaSera è in caricamento