Cronaca Veronetta / Vicolo Lungo

“Ti taglio la gola, maiale!”. Nella lite di vicinato spunta fuori anche un coltello

Un veronese di mezza età stava svolgendo dei lavori all'esterno della propria abitazione, quando è stato avvicinato dal vicino di origine marocchine che ha iniziato a rivolgergli i peggiori insulti e a minacciarlo di morte

Nella giornata di mercoledì le Volanti sono dovute intervenire per una classica discussione di vicinato, con tanto di minacce, nella quale è spuntato fuori anche un coltello.  
Mentre stava svolgendo dei lavori all’esterno della propria abitazione, un cittadino veronese di mezza età residente in Vicolo Lungo, si è visto avvicinare da un marocchino suo vicino di casa, il quale ha cominciato a rivolgergli i peggiori insulti e a minacciarlo di morte. A quel punto la discussione si è spostata nei pressi dell’abitazione del marocchino, nella quale il maghrebino ha pensato che potesse essergli utile recuperare un coltello da cucina. Dopo averlo prima infilato nei pantaloni e poi mostrato al vicino, tuttavia, intimorito dal clamore che ha suscitato in strada il suo comportamento, ha riposto il coltello in casa. Non contento, si è poi ripresentato sull’uscio ed, estratto un cd da una tasca, lo ha spezzato, usandone poi una parte per minacciare di nuovo il vicino. Al grido di “Ti taglio la gola, maiale!”, ha menato alcuni fendenti nei confronti del vicino che per difendersi si è procurato due tagli sulla mano destra.

A quel punto, l’arrivo dei poliziotti, avvertiti dai residenti allarmati, ha interrotto la discussione, evitando più gravi conseguenze.
Il cd usato come arma è stato sequestrato mentre H.A., 33enne marocchino, è stato denunciato a piede libero per il reato di minacce aggravate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ti taglio la gola, maiale!”. Nella lite di vicinato spunta fuori anche un coltello

VeronaSera è in caricamento