Cronaca

Lotta senza quartiere al taccheggio: due arresti in provincia

I carabinieri hanno fermato due immigrati mentre uscivano da due centri commerciali nel veronese senza pagare la merce, uno dei due aveva addosso refurtiva per un valore di circa 1600 euro

Continua la lotta delle forze dell'ordine scaligere contro la delinquenza. I carabinieri delle Stazione di San Martino Buon Albergo e San Giovanni Lupatoto hanno arrestato un rumeno e un congolese, colti in flagranza del reato mentre cercavano di uscire da negozi dei centri commerciali “Le Corti Venete” e “Verona Uno” senza pagare la merce prelevata. In particolare, i carabinieri di San Martino Buon Albergo hanno arrestato l'immigrato di origine rumena, di 26 anni, responsabile di aver trafugato capi d’abbigliamento, cosmetici e apparati tecnologici per un valore di circa 1600 euro. L’uomo, al termine del rito direttissimo, è stato condannato a 8 mesi di reclusione e al pagamento di 400 euro di multa e portato dai militari dell’Arma nel carcere di Montorio. I militari di San Giovanni Lupatoto, invece, hanno arrestato il congolese, un ragazzo di appena 22 anni, responsabile di aver rubato capi d’abbigliamento, dopo averne rotto il sistema antitaccheggio. Al termine del rito direttissimo è stato condannato a 4 mesi di reclusione e al pagamento di 250 euro di multa; per lui la pena è stata sospesa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta senza quartiere al taccheggio: due arresti in provincia

VeronaSera è in caricamento