Sfonda la vetrata della tabaccheria col tombino: messo in fuga dall'allarme

Erano le 6.30 di mercoledì mattina quando un malvivente ha cercato di svaligiare l'attività situata al civico 58 di corso Porta Nuova, ma il sistema d'allarme lo ha costretto a scappare a mani vuote

Ha abbattuto la vetrata per svaligiare l'attività, ma il sistema d'allarme lo ha costretto a scappare a mani vuote. 
Erano le 6.30 di mercoledì mattina, quando un uomo alto circa 1 metro e 80, magro e con un cappuccio in testa, ha utilizzato un copritombino in ghisa per sfondare la vetrata della tabaccheria situata al civico 58 di corso Porta Nuova, a Verona. Così facendo però, il malvivente ha attivato il dispositivo messo a protezione dell'esercizio, che lo ha costretto ad allontanarsi senza essere riuscito a mettere le mani sul bottino. 
Sul posto si sono dirette le Volanti della Questura di Verona, che hanno acquisito le immagini di videosorveglianza della banca vicina e annotato il racconto di un testimone, che non ha saputo fornire però la possibile etnia del malintenzionato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento