Immersioni sul Lago di Garda. Risale troppo in fretta, sub portato in ospedale d'urgenza

L'uomo si trovava in compagnia di alcuni amici quando, giunto circa a 30 metri di profondità, ha deciso di risalire affrettando però i tempi e una volta giunto all'asciutto si è subito sentito male

Le immersioni subacquee sono senza dubbio un'attività di grande fascino, che permette all'uomo di scoprire un mondo a lui altrimenti inaccessibile per natura ma anche il più piccolo errore in questo ambito può costare caro, anche la vita. 

È invece andata bene questa mattina ad un sub originario di Mantova. L'uomo si è immerso nella zona di Torri del Benaco, arrivando ad una profondità di circa 30 metri quando improvvisamente ha iniziato a risalire per tornare in superficie, forse a causa di un lieve malore. Ma la manovra da lui eseguita è stata troppo azzardata: risalito troppo in fretta, ha subito iniziato a sentirsi male. Compresa la situazione, i compagni d'immersione che erano con lui hanno subito avvisato il 118 e il sub è stato soccorso dal personale medico. Portato inizialmente all'ospedale di Peschiera, è stato poi trasferito a Villafranca, dove è stato sottoposto alla camera iperbarica per curare la malattia da decompressione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 21 al 23 febbraio 2020

  • Aveva un tumore al collo, neonata operata durante il parto a Verona

  • Verona e le sue bellezze storiche e culturali approdano in tv sulla Rai

Torna su
VeronaSera è in caricamento