menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Liceo Messedaglia (Foto di repertorio)

Liceo Messedaglia (Foto di repertorio)

Studenti del Messedaglia Verona primeggiano in un concorso di filosofia

Di fronte a una platea di quasi mille persone, i giovani liceali hanno vinto l'Age contra, il dibattito filosofico che quest'anno aveva come tema "La natura del bello"

A Roma, nell'aula magna dell'Angelicum, si svolgono tra ieri ed oggi, 16 e 17 ottobre, le finali del concorso nazionale di filosofia Romanae Disputationes. Oltre 900 studenti e docenti da tutta Italia si sono riuniti per le riflessioni finali del percorso iniziato in ottobre sul tema "La natura del bello".

Gli studenti del liceo Messedaglia di Verona, accompagnati dal professore Maurizio Cortese, si sono superati nel confronto, sostenendo la tesi che: "La bellezza delle cose esiste nella mente di chi le contempla".

È stato importante per noi il lavoro di squadra, perché a scuola non ci è data la possibilità di farlo - hanno dichiarato gli studenti - I manuali, qui, non vengono letti per imparare nozioni, ma per formare il nostro pensiero personale.

Tra gli studenti del Messedaglia, anche l'oratrice del giorno, eletta dalla giuria. La studentessa ha dichiarato: "Abbiamo imparato a rispettare la tesi opposta, prendendo in considerazione anche le loro idee e argomentando le nostre".

Il professore ha raccontato di come il concorso sia l’occasione "perché i ragazzi si possano esprimere e sviluppare un senso critico. Nel dibattito filosofico i ragazzi imparano una competenza utile, non solo per la filosofia, ma per la vita tutta".

Iniziato in ottobre con la lezione del professor Elio Franzini dell'università Statale di Milano, seguita da oltre 3.500 ragazzi, il percorso di Romanae Disputationes ha portato gli studenti a rielaborare il tema della bellezza nei lavori scritti o video ed è culminato nella convention romana e nel confronto con grandi professori dell'accademia italiana come Sergio Givone, Costantino Esposito e il critico d'arte Giuseppe Frangi.

Come di consueto, nella due giorni di Roma si assiste ai dibattiti Age contra, che vedono i differenti team sostenere posizioni opposte sul tema dell'anno attraverso l'arte argomentativa. E proprio in questo dibattito filosofico, gli studenti del Messedaglia hanno primeggiato

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento